Cura della lavanda in vaso: come coltivare la lavanda in contenitori

La lavanda è un'erba preferita da molti giardinieri e per una buona ragione. Il suo colore e profumo rilassanti possono pervadere il tuo giardino quando è fresco e la tua casa quando è essiccato. Pochi possono resistere al suo fascino. Sfortunatamente, pochi vivono in un clima simile alla sua casa mediterranea calda e sabbiosa. Se i tuoi inverni sono troppo freddi o il tuo terreno è troppo denso, o anche se vuoi semplicemente quella fragranza più vicino a casa, coltivare la lavanda in vaso è un'ottima idea. Continua a leggere per conoscere la cura della lavanda in vaso e come coltivare la lavanda in contenitori.

Coltivazione di lavanda in vaso

La lavanda può essere coltivata da seme o da talee. I semi devono essere posti sopra un terreno sabbioso e ricoperti leggermente con uno strato di perlite. Dovrebbero germogliare in due o tre settimane. Le talee dovrebbero essere prelevate dalle piante appena sotto un nodo (dove una serie di foglie si uniscono allo stelo), immerse nell'ormone della radice e bloccate in un terreno caldo, umido e sabbioso.

Indipendentemente da come inizi a coltivare piante di lavanda in vaso, è importante scegliere il contenitore e il terriccio giusti. Alla lavanda non piace essere umida, ma ha bisogno di acqua. Ciò significa che un buon drenaggio è essenziale per la cura dei contenitori di lavanda. Scegli un contenitore che abbia molti fori di drenaggio. Se ne ha solo uno o due, trapanane altri.

Se hai intenzione di tenere la pentola all'interno, avrai bisogno di un piattino per raccogliere l'acqua, ma evita le pentole con i piattini attaccati al fondo. Scegli una miscela per invasatura sabbiosa, alcalina e ben drenante con pellet di fertilizzante a lenta cessione.

Cura della lavanda in vaso

La cura dei contenitori di lavanda consiste nel mantenere la giusta temperatura, esposizione al sole e livello dell'acqua. Fortunatamente, niente di tutto questo è molto intenso.

Posiziona le piante di lavanda coltivate in un contenitore in un luogo in cui ricevono pieno sole (almeno 8 ore al giorno) e innaffiale con parsimonia. Lascia asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra, ma non lasciare che si asciughi così tanto da far appassire la pianta.

Alla lavanda piace il caldo e molte varietà non sopravviveranno a un inverno freddo. La bellezza della coltivazione della lavanda in vaso è che può essere spostata per evitare condizioni pericolose. Quando le temperature iniziano a scendere, porta dentro le piante di lavanda coltivate in contenitore per resistere all'inverno mettendole in una finestra che riceve pieno sole.

Immagine di marilyna

Lascia un commento