Suggerimenti per l’irrigazione del prato: scopri quando e come innaffiare un prato

Come si mantiene un prato rigoglioso e verde, anche durante le lunghe e calde giornate estive? Irrigare troppo significa sprecare denaro e preziose risorse naturali, ma se non innaffi abbastanza, il tuo prato può diventare secco e marrone. Continua a leggere per le linee guida sull'irrigazione del prato e utili consigli per la cura del prato.

Linee guida per l'irrigazione del prato

Ecco le linee guida di base su quando e come irrigare il prato in modo più efficace.

Quando innaffiare i prati

Il momento migliore per innaffiare i prati è quando l'erba inizia a mostrare segni di stress. Un prato stressato apparirà leggermente appassito con una tinta verde-bluastra invece del solito verde smeraldo. Se sull'erba rimangono impronte o tracce di tosaerba 30 minuti dopo averlo tagliato o attraversato, il prato è stressato. Puoi testare l'umidità del terreno inserendo un cacciavite, una cazzuola o un oggetto simile nell'erba. Se il terreno è così duro che il cacciavite non scivola facilmente, il terreno è troppo asciutto.

Verificare sempre che il prato abbia bisogno di acqua testando il terreno prima di irrigare; Il clima caldo e secco può far sembrare l'erba stressata anche quando il terreno è ancora umido. Se l'erba sembra stressata e il terreno è ancora umido, spruzzare l'erba con acqua per non più di 15 secondi. Questo rapido getto d'acqua non è considerato irriguo perché non bagna il terreno; fornisce appena l'umidità sufficiente per raffreddare l'erba e alleviare lo stress.

Come innaffiare un prato

È difficile sapere quanto innaffiare un prato perché la quantità dipende da diversi fattori, tra cui il tipo di erba, il clima, il tipo di terreno e l'uso. La sperimentazione è il modo migliore per imparare. Ad esempio, applicare circa ½ pollice di acqua se il terreno è sabbioso e circa un pollice se il terreno è a tessitura fine, a base di argilla o pesante. (Un pluviometro economico è il modo più semplice per sapere quanta acqua hai applicato.) Questa quantità d'acqua dovrebbe bagnare il terreno a una profondità di 4-6 pollici, ma dovresti testare il terreno con una cazzuola o un cacciavite per sapere di sicuro.

Se l'acqua inizia a fuoriuscire prima di aver irrigato la quantità consigliata, lasciala penetrare e poi completa l'irrigazione. (Il terreno pesante dovrebbe essere annaffiato con una velocità inferiore per aiutare a prevenire il deflusso.) Dopo averlo fatto alcune volte, avrai un'idea migliore su come irrigare un prato in modo efficiente.

Suggerimenti aggiuntivi per l'irrigazione del prato

Annaffiare profondamente ma solo quando l'erba mostra segni di stress; un'irrigazione profonda e poco frequente crea radici forti e resistenti alla siccità. Non annaffiare mai tutti i giorni; annaffiare troppo frequentemente incoraggia radici poco profonde e deboli ed erba malsana. Per un prato sano e radici robuste, aspetta il più a lungo possibile prima di annaffiare e non preoccuparti di annaffiare se il bollettino meteorologico prevede pioggia.

Innaffia la mattina presto per ridurre al minimo l'evaporazione. Un timer per irrigatore poco costoso è un'opzione se non sei un mattiniero.

Irrigare solo le aree stressate del prato, poiché l'erba non si asciuga sempre in modo uniforme. Le aree con terreno sabbioso o vicino a vialetti e marciapiedi tendono ad asciugarsi più velocemente.

Immagine di fantail

Lascia un commento