Giardini storici in crescita: condividere la storia attraverso il giardinaggio

Cos'è il giardinaggio storico? A volte noto come giardinaggio etnico, il design di un giardino storico rende omaggio ai giardini del passato. I giardini storici in crescita ci consentono di riprendere le storie dei nostri antenati e di trasmetterle ai nostri figli e nipoti.

Giardini del patrimonio in crescita

Man mano che diventiamo più consapevoli dei cambiamenti climatici e di come questi influenzano la nostra salute e l'approvvigionamento alimentare, è più probabile che prendiamo in considerazione la progettazione di giardini storici. Spesso, il giardinaggio etnico ci consente di coltivare ortaggi che non sono disponibili nelle grandi catene di alimentari. Nel processo, diventiamo più consapevoli delle nostre tradizioni uniche. Un giardino storico è una forma di storia vivente.

Se non sei sicuro di cosa piantare nel tuo giardino storico, cerca dei vecchi libri di giardinaggio, di solito più sono vecchi, meglio è o chiedi ai membri più anziani della famiglia. Anche la tua biblioteca può essere una buona fonte e controlla con i garden club locali o con la società storica o culturale della tua zona.

Storia attraverso il giardinaggio

Ecco alcuni suggerimenti per iniziare a progettare il tuo giardino storico.

Il giardinaggio etnico ci consente di sviluppare l'orgoglio per il nostro patrimonio culturale unico. Ad esempio, i discendenti dei resistenti coloni degli Stati Uniti occidentali possono piantare le stesse malvarose o rose storiche che i loro antenati portarono sull'Oregon Trail molti anni fa. Come i loro industriosi antenati, possono coltivare barbabietole, mais, carote e patate per l'inverno. 

Cime di rapa, cavoli, senape, zucca, mais dolce e gombo sono ancora presenti nella maggior parte dei giardini meridionali. Tavoli carichi di tè dolce, biscotti, calzolaio di pesche e persino pomodori verdi fritti tradizionali sono la prova che la cucina della campagna meridionale è molto viva.

I giardini del patrimonio messicano possono includere pomodori, mais, tomatillos, epazote, chayote, jicama e varie varietà di peperoncini (spesso da semi) tramandati di generazione in generazione e condivisi da amici e familiari. 

I giardinieri di origine asiatica hanno una ricca storia culturale. Molti coltivano grandi orti domestici con verdure come ravanello daikon, edamame, zucca, melanzane e un'ampia varietà di verdure a foglia verde.

Questi, ovviamente, sono solo un punto di partenza. Ci sono diverse possibilità a seconda di dove viene la tua famiglia. Sono tedeschi, irlandesi, greci, italiani, australiani, indiani, ecc.? Coltivare un giardino di ispirazione etnica (che può includere anche più di un'etnia) è un ottimo modo per tramandare tradizioni insegnando ai tuoi figli (e nipoti) la storia e il tuo background ancestrale.

Immagine di XiXinXing

Lascia un commento