Carolina cranesbill care: come coltivare piante di geranio carolina

Molti fiori selvatici nativi degli Stati Uniti esistono nel paradosso di essere considerati erbacce fastidiose, pur essendo importanti per le nostre specie native per il nostro ambiente e la sua fauna selvatica. Questo è vero per il geranio della Carolina (Geranium carolinianum). Originario di Stati Uniti, Canada e Messico, il geranio della Carolina è stato utilizzato per centinaia di anni dalle tribù dei nativi americani, come le tribù Obijwe, Chippewa e Blackfoot, come preziosa erba medicinale. Cos'è il geranio della Carolina? Continua a leggere per la risposta, oltre a suggerimenti su come far crescere Carolina cranesbill.

Cos'è Carolina Geranium?

Un parente stretto del geranio perenne cutleaf (Geranium dissectum), il geranio della Carolina, noto anche come Carolina cranesbill, è un inverno annuale o biennale in alcune zone. Crescendo solo 8-12 pollici (20-30 cm.) Di altezza, questo geranio robusto è facilmente identificato dalle sue foglie palmate profondamente lobate, steli pelosi rosso-rosa, piccoli fiori rosa pallido-lavanda a cinque petali che sbocciano in primavera e lunghi baccelli di semi affusolati che assomigliano al becco di una gru.

Il geranio della Carolina cresce selvaggiamente in tutto il Nord America, dove è un fiore di campo nativo ma è anche considerato un'erbaccia fastidiosa. A New York e nel New Hampshire, è considerata una specie autoctona in via di estinzione e minacciata ed è legalmente protetta in molte contee.

Il geranio della Carolina si trova solitamente in zone parzialmente ombreggiate con terreno povero, asciutto, argilloso e roccioso. Poiché tende a crescere in terreni incolti e incolti, non interferisce molto con le colture agricole o le piante ornamentali. Tuttavia, poiché i suoi semi abbondanti hanno un rivestimento duro che è impenetrabile da molti erbicidi, si pensa che sia una pianta fastidiosa, poiché germoglierà nelle aree che sono state irrorate per le erbacce.

Le prime fioriture primaverili del geranio della Carolina forniscono una preziosa fonte di nettare per gli impollinatori ei semi sono anche una preziosa fonte di cibo per molti uccelli e piccoli mammiferi.

Come coltivare piante di geranio Carolina

Tutte le parti del geranio della Carolina sono commestibili e utilizzate in medicina, ma è il fittone superficiale che è più ricercato per i rimedi erboristici. La pianta è ricca di tannini, quindi ha un sapore naturalmente amaro. Il geranio Carolina è usato in medicina per le sue proprietà astringenti, antimicotiche, antibatteriche, antiossidanti e antinfiammatorie naturali. Era usato dai nativi americani per curare ferite, infezioni, mal di gola, problemi gastrointestinali e artrite. Il geranio della Carolina è anche ricco di vitamina K, quindi è stato usato per trattare le condizioni degli occhi.

Quando si usano piante autoctone come erbe, non si dovrebbero mai raccoglierle da aree che potrebbero essere state trattate con pericolosi erbicidi o pesticidi. Coltivare il cranesbill della Carolina nel tuo giardino o in una pentola e assicurarti che non sia esposto a sostanze chimiche è l'opzione più sicura per l'uso a base di erbe.

Il geranio della Carolina cresce facilmente dal seme, ma richiede un terreno asciutto e ruvido in una posizione parzialmente ombreggiata. Non crescerà bene in terreni fertili e ricchi o aree umide. La cura del cranesbill di Carolina è facile a condizione che non si dia troppa manutenzione alle piante. È meglio lasciarli soli, per crescere selvaggiamente in siti in cui cresceranno pochissime altre piante.

Immagine di Elisabetta Nicodemo

Lascia un commento