Che cos’è un albero di mirto cileno – informazioni e cure sul mirto cileno

Il mirto cileno è originario del Cile e dell'Argentina occidentale. In queste aree esistono antichi boschetti con alberi che hanno fino a 600 anni. Queste piante hanno poca tolleranza al freddo e dovrebbero essere coltivate solo nella zona 8 e superiore del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Altre regioni dovranno utilizzare una serra per godersi la pianta. Tra le curiosità delle informazioni sul mirto cileno c'è il suo uso come medicinale e la sua inclusione come specie di bonsai degna di nota.

Informazioni sul mirto cileno

Gli alberi di mirto cileni hanno molti altri nomi. Tra questi ci sono Arrayan, Palo Colorado, Temu, Collimamul (legno kellumamul-arancio), Short Leaf Stopper e la sua designazione scientifica, Luma apiculata. È un bellissimo albero sempreverde con foglie verdi lucide e frutti commestibili. Nel suo habitat selvaggio, la pianta è protetta in grandi foreste situate lungo i principali corpi idrici. Gli alberi possono raggiungere i 60 piedi o più in natura, ma nel paesaggio domestico, le piante tendono ad essere grandi arbusti per piccoli alberi.

Il mirto cileno è un albero sempreverde con corteccia di cannella che rivela un cremoso midollo arancione. Le foglie lucide sono di forma ovale o ellittica, cerose e portano un debole profumo di limone. Le piante in coltivazione raggiungono i 10-20 piedi di altezza. I fiori sono larghi un pollice, bianchi e hanno antere prominenti, che conferiscono al fiore un aspetto nappato. Sono attraenti per le api, che dal nettare ricavano un miele gustoso.

Le bacche sono di un nero violaceo intenso, tondeggianti e molto dolci. I frutti vengono trasformati in bevande e utilizzati nella cottura. L'albero è anche popolare come bonsai. È interessante notare che la corteccia interna schiume molto come il sapone.

Coltivazione di piante di mirto cileno

Questa è una pianta molto adattabile che fa bene in pieno sole parziale e può prosperare anche all'ombra, ma la produzione di fiori e frutti potrebbe essere compromessa.

I mirti cileni prediligono un terreno acido e ben drenato. Il terreno ricco di sostanze organiche sviluppa gli alberi più sani. Una chiave per la cura del mirto cileno è l'acqua in abbondanza, ma non possono mantenersi in terreni paludosi.

È un eccellente esemplare autonomo o produce una bella siepe. Questi alberi possono anche sopportare una grande quantità di abusi, motivo per cui fanno selezioni di bonsai così eccellenti. Luma apiculata può essere un albero difficile da reperire, ma molti venditori online hanno a disposizione alberi giovani. La California ha coltivato con successo piante di mirto cilene dalla fine del 1800.

Cura del mirto cileno

A condizione che la pianta sia mantenuta umida e in un'area ad alta umidità, prendersi cura del mirto cileno è facile. Le giovani piante beneficiano del fertilizzante in primavera durante i primi anni. In contenitori, concimare la pianta ogni mese.

Uno spesso strato di pacciame attorno alla zona delle radici previene erbacce ed erba competitiva e migliora lentamente il terreno. Mantieni l'albero ben irrigato, soprattutto in estate. Potare i giovani alberi per promuovere una chioma sana e una crescita densa.

Se stai crescendo in un'area soggetta a gelo, è preferibile la crescita del contenitore. Portare le piante prima che siano previste gelate. Durante l'inverno, riduci della metà l'irrigazione e tieni la pianta in un'area ben illuminata. Le piante ei bonsai coltivati ​​in vaso dovrebbero essere rinvasati ogni pochi anni.

Il mirto cileno non ha parassiti elencati e pochi problemi di malattia.

Immagine di Dick Culbert

Lascia un commento