Come coltivare e prendersi cura delle ortensie

Chi può dimenticare le fioriture in continua evoluzione delle ortensie: il blu cambia nel terreno acido, il rosa in quello con più calcare e ricorda quei progetti di classe scientifica che usano la cartina di tornasole. E poi ovviamente le ortensie bianche, dai fiori che ricordano grandi palle di neve che da bambini spesso ci stupirebbero. Da adulti, lo fanno ancora, motivo per cui coltivare ortensie è così divertente.

Non sono solo facili da coltivare, ma sono anche piuttosto resistenti e resistenti alla maggior parte dei parassiti e delle malattie, rendendo ancora più facile prendersi cura delle ortensie. E con numerose varietà tra cui scegliere, sei certo di trovare quella giusta per te.

Ortensie in crescita

Sebbene ci siano molti tipi di ortensie, la maggior parte può essere coltivata in pieno sole o in ombra parziale. Tieni presente, tuttavia, che a molte ortensie non piacciono le condizioni estremamente calde, quindi cerca di posizionarle in un'area dove possono godersi un po 'di ombra pomeridiana. Sebbene possano essere coltivate in una vasta gamma di terreni, le ortensie in genere preferiscono un terreno ricco e umido che drena facilmente. È utile modificare il terreno con il compost prima della semina.

La piantagione di ortensie dovrebbe essere eseguita in primavera una volta passata la minaccia del gelo. Innaffia abbondantemente dopo la semina. Puoi anche aggiungere uno strato di pacciame dopo la semina di ortensie.

Hydrangea Care Guide

L'acqua è un fattore importante quando ti prendi cura delle ortensie. Godono di annaffiature profonde almeno una volta alla settimana, soprattutto con tempo asciutto. Le ortensie beneficiano anche di un aumento occasionale di fertilizzante una o due volte l'anno in primavera o in estate.

Le ortensie possono anche essere trapiantate facilmente, ma questo dovrebbe essere fatto solo durante la dormienza in autunno o in inverno. Assicurati di scavare l'intera zolla e ripiantare immediatamente. Poiché i fiori vengono prodotti su una nuova crescita, dovresti potare le ortensie una volta che la loro fioritura è cessata.

Cura della potatura per le ortensie

Poiché esistono molti tipi di ortensie, la potatura e la cura delle ortensie possono differire leggermente da ciascuna. I tipi più comuni di ortensie sono i Mopheads e Lacecaps (H. macrophylla). Queste sono le varietà con i grandi fiori a forma di globo che molti di noi ricordano da bambini. La potatura per questi di solito avviene a fine estate.

L'ortensia Oakleaf (H. quercifolia) è un'altra varietà comunemente coltivata. Con il suo colore autunnale unico e il fogliame a forma di foglia di quercia, questa varietà di solito offre interesse per tutto l'anno. Tollera anche condizioni più secche. Oakleaf è meglio potare all'inizio della primavera.

Pannocchia (H. paniculata), o Pee Gee, mostra fiori bianchi in estate, che diventano gradualmente rosa. Potare per rimuovere le fioriture esaurite e assottigliare o tagliare la pianta a fine inverno / inizio primavera.

H. arborescens 'Grandiflora', o ortensia delle colline delle nevi, dovrebbe essere potata a terra ogni inverno o anche all'inizio della primavera.

L'ortensia o l'ortensia rampicante (H. anomala) di solito non necessita di potatura, ma può essere fatta per tenere sotto controllo i nuovi germogli.

Coltivare le ortensie è facile, così come la cura delle ortensie. Questi bellissimi cespugli ti ricompensano ogni anno con magnifiche fioriture che ti riporteranno immediatamente a quei bei giorni d'infanzia.

Immagine di zio pazzo

Lascia un commento