Conservazione dei bulbi d’aglio: informazioni sulla conservazione dell’aglio per la semina della prossima stagione

L'aglio si trova in quasi tutte le cucine del pianeta. Questa popolarità ha portato sempre più persone a coltivare i propri bulbi. Questo porta a chiedersi come conservare l'aglio per il raccolto del prossimo anno.

Come risparmiare l'aglio per il prossimo anno

L'aglio è originario dell'Asia centrale ma è coltivato da oltre 5,000 anni nei paesi del Mediterraneo. Gli antichi greci e romani godevano dell'aglio con notizie di gladiatori che consumavano il bulbo prima della battaglia. Si presume che gli schiavi egiziani abbiano consumato il bulbo per dare loro la forza di costruire le grandi piramidi.

L'aglio è una delle 700 specie della famiglia Allium o cipolla, di cui esistono tre tipi specifici di aglio: softneck (Allium sativum), hardneck (Allium ophioscorodon) e elephant garlic (Allium ampeloprasum).

L'aglio è una pianta perenne ma di solito viene coltivato come annuale. È una pianta relativamente facile da coltivare a condizione che sia completamente esposta al sole e terreno ben rettificato e ben drenante. Il tuo aglio sarà pronto per il raccolto tra la metà e la fine dell'estate.

Lascia i bulbi nel terreno il più a lungo possibile per consentire loro di raggiungere la dimensione massima, ma non così a lungo che i chiodi di garofano inizino a separarsi. che influisce negativamente sulla conservazione del bulbo d'aglio. Aspetta che il fogliame muoia e inizi a dorare, quindi solleva con cura i bulbi dal terreno, facendo attenzione a non tagliare il bulbo. I bulbi freschi si ammaccano facilmente, il che può favorire l'infezione e influire sulla conservazione dei bulbi d'aglio, riducendo efficacemente la loro durata.

Conservare i bulbi d'aglio

Quando riponi i bulbi d'aglio, taglia i gambi d'aglio un pollice sopra il bulbo. Quando si salva il brodo di aglio per l'anno successivo, i bulbi devono essere prima curati. La cura dei bulbi consiste semplicemente nell'essiccare l'aglio in un'area asciutta, calda, buia e ventilata per alcune settimane. Seleziona i tuoi bulbi più grandi quando salvi il brodo di aglio per la semina l'anno successivo.

Curare correttamente i bulbi d'aglio è fondamentale per conservare l'aglio per la semina. Se si cura all'aperto, i bulbi rischiano di scottature e zone poco ventilate facilitano malattie e muffe. Appendere i bulbi agli steli in uno spazio buio e arioso è uno dei metodi migliori. La polimerizzazione richiederà da dieci a 14 giorni. I bulbi saranno curati con successo quando il collo si è ristretto, il centro dello stelo si è indurito e le bucce esterne sono asciutte e croccanti.

Anche una corretta conservazione è fondamentale quando si salva il brodo di aglio per la semina. Mentre l'aglio si conserva per un breve periodo a temperature ambiente comprese tra i 68-86 gradi F. (20-30 C.), i bulbi inizieranno a degradarsi, ammorbidirsi e avvizzire. Per la conservazione a lungo termine, l'aglio deve essere conservato a temperature comprese tra 30-32 gradi F. (da -1 a 0 C.) in contenitori ben ventilati e si manterrà per sei-otto mesi.

Se, tuttavia, l'obiettivo di conservare l'aglio è rigorosamente per la semina, i bulbi devono essere conservati a 50 gradi F. (10 C.) a un'umidità relativa del 65-70 percento. Se il bulbo viene conservato tra 40-50 gradi F., (3-10 C.) interromperà facilmente la dormienza e si tradurrà in germogli laterali (scope delle streghe) e maturazione prematura. Lo stoccaggio sopra i 65 gradi F. (18 C.) provoca maturazioni tardive e germinazione ritardata.

Assicurati di piantare solo semi di aglio che sono stati conservati correttamente e tieni gli occhi aperti per eventuali nematodi dell'aglio. Questo nematode provoca foglie gonfie, contorte e gonfie con bulbi screpolati e screziati e indebolisce le piante. Quando si salva e si conserva il brodo di aglio da un anno all'altro, piantare solo bulbi di semi che appaiono sani e senza macchia per ottenere i migliori risultati.

Immagine di audaxl

Lascia un commento