Cos’è l’ago viola – suggerimenti per coltivare l’ago viola nei giardini

La California, come molti altri stati, sta lavorando al ripristino delle specie vegetali autoctone. Una di queste specie autoctone è l'ago viola, che la California ha chiamato l'erba di stato a causa della sua importante storia. Cos'è l'ago viola? Continua a leggere per ulteriori informazioni sull'ago viola e per suggerimenti su come coltivare l'ago viola.

Cos'è Purple Needlegrass?

Scientificamente noto come Nassella pulchra, l'ago viola è originario delle colline costiere della California, che vanno dal confine meridionale dell'Oregon fino a Baja, California. Si ritiene che prima dell'insediamento europeo, l'ago viola fosse la specie di erba a grappolo dominante nello stato. Tuttavia, ha raggiunto quasi l'estinzione fino a quando i recenti progetti di conservazione e restauro hanno fatto luce su questa pianta quasi dimenticata.

Storicamente, l'ago viola era usato come fonte di cibo e materiale per tessere cesti dai nativi americani. Era, ed è tuttora, un'importante fonte di cibo per cervi, alci e altri animali selvatici. Nel 1800, l'ago viola veniva coltivato per il foraggio del bestiame. Tuttavia, produce semi aghiformi affilati che potrebbero perforare lo stomaco del bestiame.

Mentre questi semi aguzzi aiutano la pianta a seminare da sola, ha indotto gli allevatori a coltivare altre erbe non autoctone, meno dannose per il foraggio del bestiame. Queste specie non autoctone iniziarono a dominare i pascoli e i campi della California, soffocando le erbacce viola native.

Coltivazione di Needlegrass viola nei giardini

L'ago viola, noto anche come stipa viola, può crescere in pieno sole fino all'ombra parziale. Si trova in crescita naturale, o attraverso progetti di restauro, sulle colline costiere della California, sulle praterie o nei boschi di chaparral e querce.

Solitamente considerata un'erba sempreverde, l'ago viola cresce più attivamente da marzo a giugno, producendo pannocchie di fiori color crema, sciolte, leggermente annuenti a maggio. A giugno, i fiori assumono un colore viola mentre formano i loro semi aghiformi. I fiori viola dell'ago sono impollinati dal vento e anche i suoi semi vengono dispersi dal vento.

La loro forma appuntita e aghiforme consente loro di perforare facilmente il terreno, dove germinano e si stabiliscono rapidamente. Possono crescere bene in terreni poveri e sterili. Tuttavia, non competeranno bene con erbe non native o erbacce a foglia larga.

Sebbene le piante viola dell'ago crescano di 2-3 piedi (60-91 cm) di altezza e larghezza, le loro radici possono raggiungere una profondità di 16 piedi (5 m). Ciò conferisce alle piante stabilizzate un'eccellente tolleranza alla siccità e le rende perfette per l'uso in letti di xeriscape o per il controllo dell'erosione. Le radici profonde aiutano anche la pianta a sopravvivere agli incendi. In effetti, la combustione prescritta è consigliata per ringiovanire le piante vecchie.

Ci sono alcune cose di cui essere consapevoli, tuttavia, prima di coltivare l'ago viola. Una volta stabilite, le piante non si trapiantano bene. Possono anche causare e irritare la febbre da fieno e l'asma. È noto che i semi aghiformi dell'ago viola si aggrovigliano nella pelliccia degli animali domestici e causano irritazioni o lacerazioni della pelle.

Immagine di National Park Service

Lascia un commento