Quali sono le cause della peronospora gommosa del gambo: scopri di più sulla peronospora gommosa delle angurie

La peronospora gommosa dell'anguria è una malattia grave che affligge tutte le principali cucurbitacee. È stato trovato in queste colture sin dai primi anni del 1900. La ruggine gommosa del gambo delle angurie e di altre cucurbitacee si riferisce alla fase di infezione fogliare e del fusto della malattia e il marciume nero si riferisce alla fase di decomposizione dei frutti. Continua a leggere per scoprire cosa causa la peronospora gommosa e i sintomi della malattia.

Che cosa causa la peronospora del gambo gommoso?

La peronospora gommosa dell'anguria è causata dal fungo Didymella bryoniae. La malattia è sia seme che suolo. Può essere presente in o su seme infestato o svernare per un anno e mezzo su residui colturali infetti.

Periodi di alta temperatura, umidità e umidità favoriscono la malattia - 75 F. (24 C.), umidità relativa superiore all'85% e bagnatura fogliare da 1-10 ore. Le ferite sulla pianta causate da attrezzature meccaniche o alimentazione di insetti insieme all'infezione da oidio predispongono la pianta all'infezione.

Sintomi di angurie con peronospora gommosa

I primi sintomi della ruggine gommosa del gambo dei cocomeri compaiono come lesioni rotonde e rugose sulle foglie giovani e aree scure infossate sugli steli. Con il progredire della malattia, i sintomi della peronospora gommosa aumentano.

Macchie irregolari da marrone a nero compaiono tra le nervature delle foglie, espandendosi gradualmente e provocando la morte del fogliame colpito. Steli più vecchi alla corona vicino a un picciolo fogliare o un viticcio diviso e trasudato.

La ruggine gommosa del gambo non influisce direttamente sui meloni, ma può influire indirettamente sulle dimensioni e sulla qualità del frutto. Se l'infezione si diffonde al frutto come marciume nero, l'infezione può essere evidente in giardino o svilupparsi in seguito durante la conservazione.

Trattamento per angurie con peronospora gommosa

Come accennato, la peronospora gommosa si sviluppa da semi contaminati o trapianti infetti, quindi è necessaria la vigilanza sull'infezione e l'uso di semi liberi da malattie. Se qualche segno della malattia sembra essere presente sulle piantine, scartale e qualsiasi seminato nelle vicinanze che potrebbe essere stato infettato.

Rimuovere o lavorare sotto i rifiuti del raccolto il prima possibile dopo il raccolto. Coltiva colture resistenti all'oidio, se possibile. I fungicidi per il controllo di altre malattie fungine possono proteggere dalle infezioni, sebbene in alcune aree si sia verificato un elevato fattore di resistenza al benomil e al tiofanato-metile.

Immagine di Scot Nelson

Lascia un commento