Tenere le piante al riparo: come proteggere le piante dalle intemperie

Al momento dell'acquisto delle piante, potresti aver ricevuto istruzioni speciali per piantare in una posizione riparata. Come dipendente del garden center, ho consigliato a molti dei miei clienti di assicurarsi di posizionare piante specifiche come aceri giapponesi, piante perenni tenere e conifere speciali in un luogo riparato. Quindi cos'è esattamente un'area riparata e come puoi crearne una nel tuo giardino? Continua a leggere per saperne di più sul giardinaggio in aree riparate.

Cos'è un'area riparata?

I luoghi riparati sono aree del giardino o del paesaggio che proteggono le piante dagli elementi. Ogni luogo e zona di resistenza ha le sue sfide dal tempo e dagli elementi. Potrebbe essere necessario proteggere le piante da giardino da forti venti, calore intenso o luce solare, freddo estremo, nebbia salina, forti piogge o altri danni causati dalle tempeste. Troppa esposizione agli elementi può causare la crescita delle piante rachitiche, distorte e molti altri problemi.

Venti forti, calore intenso e / o luce solare possono far seccare rapidamente le piante perché possono traspirare più acqua attraverso il fogliame di quanta ne assorbano attraverso le radici.

Ciò può accadere anche in situazioni estremamente fredde in cui la zona delle radici delle piante è congelata e incapace di assorbire l'acqua, ma le parti aeree delle piante sono esposte ai venti invernali e al sole secchi. Il risultato è una condizione nota come ustione invernale.

I venti forti possono anche causare la crescita delle piante distorta, ad esempio facendo inclinare o piegare i giovani alberi. Possono anche far spezzare piccoli tronchi o rami d'albero.

Anche forti venti, pioggia, grandine o neve possono polverizzare e appiattire le piante. Ad esempio, in primavera la tua peonia potrebbe essere piena di fiori e avere un aspetto meraviglioso fino a quando arriva una forte pioggia e lascia la tua pianta appiattita, con tutti i suoi petali sparsi sul terreno intorno ad essa.

Nelle zone di grandi accumuli di neve, i sempreverdi possono spaccarsi e appiattirsi sotto il peso della neve, lasciandoti con arbusti brutti che sono spogli e morti al centro ma verdi e vivi a forma di ciambella. Gran parte di questa distruzione può essere evitata mettendo alcune piante in una posizione riparata.

Quando mettere le piante in una posizione riparata

Prendendo una lezione dai tre porcellini, può sembrare che la soluzione migliore sia costruire muri solidi e robusti o recinzioni intorno al giardino per proteggerlo dai venti forti. Tuttavia, anche questo ha alcuni difetti.

Ad eccezione di un angolo tranquillo o un'area protetta vicino alla casa o al muro di un edificio, solidi muri o recinzioni indipendenti possono effettivamente aumentare la forza del vento e farlo esplodere in direzioni diverse sopra o intorno al muro, il che può ancora danneggiare le piante di grandi dimensioni o piante in altri luoghi. Anche muri e recinzioni fanno ben poco per proteggere le piante dai danni che provengono dall'alto, come forti piogge, neve o grandine e persino danni del sole. In effetti, muri o recinzioni leggermente colorati possono riflettere più luce sulla pianta, a volte causando scottature o scottature solari.

Mantenere le piante al riparo può essere fatto in molti modi. In caso di vento forte, è meglio ammorbidire il vento con siepi naturali o frangivento. Le grandi conifere resistenti, come l'abete rosso o il pino, possono spesso tollerare i venti meglio delle piccole piante tenere. Quando il vento li colpisce, si ammorbidisce e si spezza attraverso i loro rami.

Recinzioni o schermi a stecche o tralicci possono anche proteggere efficacemente le piante dal vento, mentre pergolati, pergole e grandi alberi tentacolari possono proteggere le piante da forti piogge, grandine, neve o luce solare intensa.

Immagine di Ozbalci