Controllo dell’oidio delle cipolle: gestione dell’oidio sulle cipolle

L'oidio è forse la malattia fungina più riconoscibile e la rovina dell'esistenza del giardiniere in tutto il mondo. L'oidio può infettare migliaia di piante ospiti diverse. In questo articolo, tuttavia, discuteremo specificamente dell'oidio sulle cipolle. Continua a leggere per imparare come gestire l'oidio nelle colture di cipolle.

A proposito di muffa polverosa sulle cipolle

L'oidio sulle cipolle è una malattia fungina causata dal patogeno Leveillula taurica. Mentre la malattia comunemente chiamata oidio può colpire migliaia di diverse varietà di piante, in realtà ci sono diversi agenti patogeni che causano la malattia in piante specifiche. Leveillula taurica è un patogeno dell'oidio che infetta specificamente le piante della famiglia Allium.

Questo può svolgere un ruolo importante nella selezione dei fungicidi appropriati per il controllo dell'oidio della cipolla. È sempre importante con i fungicidi leggere attentamente l'etichetta prima di acquistare e utilizzare questi prodotti. In questo caso, ti consigliamo di selezionare un fungicida che dichiari di trattare specificamente Leveillula taurica o le cipolle con l'oidio. L'uso di prodotti che non lo specificano in modo specifico potrebbe non solo essere uno spreco di denaro, ma potrebbe causare effetti collaterali dannosi e non essere sicuro per gli alimenti.

Detto questo, i sintomi dell'oidio sulle cipolle sono praticamente gli stessi dei sintomi dell'oidio. Il primo, spesso inosservato, sintomo è macchie dall'aspetto verde chiaro, giallo o clorotico o screziature sul fogliame della cipolla. Con il progredire della malattia, queste macchie possono diventare leggermente infossate e assumere un colore da bianco a grigio chiaro.

Una sostanza bianca polverosa si formerà su queste lesioni e può eventualmente rivestire intere foglie o lame. Questo rivestimento bianco polveroso è il micelio della malattia che contiene spore. Le spore vengono solitamente rilasciate al vento o possono diffondersi dalla pioggia o dall'irrigazione aerea.

Cipolla in polvere per il controllo della muffa

L'oidio sulle cipolle è più diffuso nelle condizioni calde e secche dei mesi estivi che hanno seguito il clima primaverile fresco e umido. La malattia può svernare nei detriti del giardino o sulla superficie del suolo e può essere trasferita a nuove piante mediante schizzi di pioggia o annaffiature. Il fungo quindi entra nelle piante attraverso i loro stomi microscopici e inizia a crescere.

Quando l'estate si riscalda, le condizioni diventano perfette per la produzione di spore e questo è il momento in cui generalmente notiamo gli evidenti sintomi bianco-polverosi della malattia. Come con qualsiasi malattia fungina, un'adeguata igiene può ridurre notevolmente la diffusione dell'oidio sulle cipolle.

Pulire i detriti del giardino, gli strumenti per la sanificazione e il dissodamento delle aiuole all'inizio di ogni nuova stagione di semina sono passi utili nel controllo dell'oidio della cipolla. È anche importante non sovraffollare le aiuole.

I fungicidi preventivi che contengono bicarbonato di potassio, o solo un po 'di bicarbonato di sodio da cucina, possono anche prevenire la diffusione di Leveillula taurica. Mentre molte malattie fungine non possono essere trattate con fungicidi una volta che la malattia è presente, l'oidio della cipolla può essere trattato con alcuni fungicidi. Assicurati di leggere le etichette dei fungicidi per selezionarne uno che tratterà questa condizione.

Lascia un commento