Cos’è il ferro chelato – come e quando applicare i chelati di ferro in giardino

Durante la lettura delle etichette sulle confezioni di fertilizzanti, potresti aver trovato il termine "ferro chelato" e ti sei chiesto cosa sia. Come giardinieri, sappiamo che le piante richiedono azoto, fosforo, potassio e micronutrienti, come ferro e magnesio, per crescere correttamente e produrre fiori o frutti sani. Ma il ferro è solo ferro, no? Quindi cos'è esattamente il ferro chelato? Continua a leggere per questa risposta e suggerimenti su quando e come usare il ferro chelato.

Cos'è il ferro chelato?

I sintomi della carenza di ferro nelle piante possono includere fogliame clorotico, nuova crescita stentata o malformata e caduta di foglie, gemme o frutti. Di solito, i sintomi non progrediscono più della semplice decolorazione del fogliame. Le foglie carenti di ferro saranno verdi venate con un colore giallo screziato nei tessuti vegetali tra le vene. Il fogliame può anche sviluppare margini fogliari marroni. Se hai un fogliame simile a questo, dovresti dare alla pianta un po 'di ferro.

Alcune piante possono essere più soggette a carenze di ferro. Alcuni tipi di terreno, come il terreno argilloso, calcareo, eccessivamente irrigato o con un pH elevato, possono causare il blocco del ferro disponibile o non disponibile per le piante.

Il ferro è uno ione metallico che può reagire all'ossigeno e all'idrossido. Quando ciò accade, il ferro è inutile per le piante, poiché non sono in grado di assorbirlo in questa forma. Per rendere il ferro facilmente disponibile per le piante, viene utilizzato un chelante per proteggere il ferro dall'ossidazione, impedirne la lisciviazione dal terreno e mantenere il ferro in una forma che le piante possono utilizzare.

Come e quando applicare i chelati di ferro

I chelanti possono anche essere chiamati chelanti ferrici. Sono piccole molecole che si legano agli ioni metallici per rendere i micronutrienti, come il ferro, più facilmente disponibili per le piante. La parola "chelato" deriva dalla parola latina "chele", che significa artiglio di aragosta. Le molecole chelanti avvolgono gli ioni metallici come un artiglio ben chiuso.

Applicare il ferro senza un chelante può essere uno spreco di tempo e denaro perché le piante potrebbero non essere in grado di assorbire abbastanza ferro prima che si ossidi o venga lisciviato dal terreno. Fe-DTPA, Fe-EDDHA, Fe-EDTA, Fe-EDDHMA e Fe-HEDTA sono tutti i tipi comuni di ferro chelato che potresti trovare elencati sulle etichette dei fertilizzanti.

I fertilizzanti a base di ferro chelato sono disponibili in punte, pellet, granuli o polveri. Queste ultime due forme possono essere utilizzate come fertilizzanti idrosolubili o spray fogliari. Spighe, granuli a lenta cessione e fertilizzanti idrosolubili dovrebbero essere applicati lungo la linea di gocciolamento della pianta per essere più efficienti. Gli spray fogliari di ferro chelato non devono essere spruzzati sulle piante nelle giornate calde e soleggiate.

Immagine di Paul Sullivan

Lascia un commento