Cos’è un vivaio autoctono: consigli per avviare un vivaio autoctono

Avviare un vivaio di piante autoctone è un'avventura gratificante per le persone che amano le piante autoctone e, se pianifichi attentamente, potresti essere in grado di trasformare quell'amore per le piante autoctone in denaro. Ti stai chiedendo come avviare un vivaio autoctono? Avviare un'attività, in particolare un vivaio, richiede molta considerazione e un'attenta pianificazione.

Cos'è un vivaio di piante native?

Un vivaio di piante autoctone è specializzato in piante originarie di una certa ecoregione. Le piante native sono quelle che si sono evolute insieme alla fauna selvatica, agli insetti e ad altre forme di vita che occupano quell'area. Le persone sono interessate all'acquisto di piante autoctone non solo perché sono belle, ma perché offrono numerosi vantaggi ambientali.

Le piante autoctone sono facili da curare, richiedono pochissima acqua e di solito non pesticidi o fertilizzanti chimici. Forniscono inoltre cibo e acqua alla fauna selvatica, migliorano la qualità dell'acqua e supportano gli impollinatori.

Come avviare un vivaio di piante native

Gestire vivai di piante autoctone non è realisticamente un'attività per arricchirsi rapidamente. Creare un vivaio con piante autoctone come focus richiede molto duro lavoro con lunghe ore e poco tempo libero, almeno per iniziare. Ecco alcune cose a cui pensare.

  • Considera l'idea di iniziare in piccolo. Molti proprietari di vivai iniziano con una piccola operazione nel loro cortile, vendendo semi, talee o piccole piante ai contadini e ai mercatini delle pulci o dai chioschi lungo la strada. Spesso lavorano a tempo pieno, di solito in una carriera correlata, per poi espandere gradualmente la loro attività di asilo nido.
  • Determina il tuo mercato di riferimento. Ad esempio, vuoi vendere piante all'ingrosso a vivai o paesaggisti al dettaglio, o preferisci vendere piante al dettaglio al pubblico. Anche la vendita per corrispondenza funziona bene per molti asili nido.
  • Determina il tipo di attività migliore. I tipi includono una ditta individuale o una società a responsabilità limitata (LLC), tra gli altri. La maggior parte dei vivai inizia come ditta individuale, ma tutti i tipi offrono alcuni vantaggi e svantaggi. Ricerca attentamente o incontra un contabile.
  • Crea un business plan. Chiediti esattamente cosa vuoi ottenere quando intendi aprire un vivaio con piante autoctone. La mancanza di pianificazione è uno dei motivi principali per cui gli asili nido non ce la fanno.
  • Sviluppa una dichiarazione d'intenti. Determina i tuoi obiettivi e il focus principale e mettilo per iscritto. Non rendere l'affermazione troppo restrittiva. Consenti flessibilità.
  • Scopri cosa puoi permetterti. Avrai bisogno di un finanziamento? Avviare un piccolo vivaio nel cortile potrebbe non richiedere molti soldi, ma un asilo nido più grande, anche piccolo, può essere un investimento sostanziale.
  • Assicurati di avere le capacità. Le abilità orticole e una mentalità imprenditoriale sono solo l'inizio. A seconda delle dimensioni del tuo vivaio nativo, potresti aver bisogno di sapere qualcosa su gestione, marketing, computer e servizio clienti, oltre a competenze tecniche come costruire, riscaldare e raffreddare una serra; impianti idraulici, irrigazione ed elettrici.
  • Determina la sua posizione. Avrai bisogno di acquistare un terreno? Questa è una decisione enorme e dovrai considerare fattori come le leggi sull'uso del suolo, i costi, le dimensioni, la vicinanza ai clienti, il clima, il drenaggio, l'acqua e il suolo.
Immagine di jacek_kadaj

Lascia un commento