Cos’è una pianta godetia: scopri i fiori di clarkia nel giardino

I fiori Godetia, spesso chiamati anche fiori di addio alla primavera e Clarkia, sono una specie del genere Clarkia che non è molto conosciuta ma eccellente nei giardini di campagna e nelle composizioni floreali. Continua a leggere per saperne di più sulle piante di godetia.

Godetia Plant Info

Cos'è una pianta godetia? Godetia ha un po 'di confusione nei nomi che lo circonda. Il nome scientifico era Godetia amoena, ma da allora è stato cambiato in Clarkia amoena. Per rendere le cose più confuse, spesso viene ancora venduto con il suo vecchio nome.

È una specie del genere Clarkia, dal nome di William Clark della famosa spedizione di Lewis e Clark. Questa particolare specie è spesso chiamata anche il fiore dell'addio alla primavera. È un fiore annuale attraente e molto appariscente che fiorisce, come suggerisce il nome, in tarda primavera.

I suoi fiori sono simili a quelli di un'azalea e di solito hanno tonalità dal rosa al bianco. Hanno un diametro di circa 2 pollici (5 cm), con quattro petali di uguale dimensione e distanziati. Le piante tendono a crescere da 12 a 30 pollici (30-75 cm) di altezza, a seconda della varietà.

Come coltivare piante Godetia

I fiori Godetia sono annuali che sono meglio coltivati ​​da seme. Nei climi freddi invernali, semina i semi direttamente nel terreno subito dopo l'ultima gelata. Se i tuoi inverni sono miti, puoi piantare i semi a fine estate o all'inizio dell'autunno. Le piante crescono rapidamente e dovrebbero fiorire entro 90 giorni.

Hanno bisogno di pieno sole, soprattutto se vuoi che inizino a fiorire il più rapidamente possibile. Il terreno che è sabbioso, ben drenante e povero di sostanze nutritive è il migliore. Il terreno dovrebbe essere mantenuto relativamente umido fino a quando le piante iniziano a fiorire, a quel punto diventano abbastanza resistenti alla siccità.

Godetia fiorisce in modo molto affidabile: una volta stabilito, continuerà a crescere naturalmente in quel punto per anni.

Immagine di ElenaMirage

Lascia un commento