Cura delle bacche di corallo – informazioni sulla coltivazione delle piante di bacche di corallo

Ribes indiano, snapberry, buckleberry, wolfberry, waxberry, turkey bush - questi sono alcuni dei tanti nomi con cui si può chiamare alternativamente l'arbusto di corallo. Allora, cosa sono le bacche di corallo? Continua a leggere per saperne di più.

Cosa sono i Coralberries?

L'arbusto di Coralberry (Symphoricarpos orbiculatus) è un membro della famiglia delle Caprifoliaceae ed è originario di tali aree del Texas, a est della Florida e del New England e di nuovo a nord attraverso il Colorado e il South Dakota. Nelle sue regioni indigene, l'arbusto di corallo è considerato più un'erbaccia che un esemplare da giardino.

Le piante di corallo in crescita prosperano in terreni argillosi e argillosi che si trovano nelle zone sottobosco o ombreggiate dei boschi. Gli arbusti di Coralberry hanno un habitat in espansione, che può essere utile come metodo di controllo dell'erosione.

Questa copertura del terreno arbustiva ha sottili steli abbaiati con fogliame blu-verdastro che diventa rosso in autunno. Gli arbusti di Coralberry portano anche bacche rosa violacee in questo momento e forniscono un delizioso tocco di colore durante i mesi invernali, sebbene non una fonte di cibo. Le bacche di ribes indiano contengono una tossina chiamata saponina, che si trova anche nella digitale (digitale) e può essere dannosa per i piccoli animali o persino per gli esseri umani. La fitta boscaglia di piante di bacche di corallo in crescita, tuttavia, fornisce siti di nidificazione per molti roditori, piccoli mammiferi e uccelli canori ei suoi fiori sono frequentati da farfalle e falene.

La leggera tossina degli arbusti di bacche di corallo ha anche lievi proprietà sedative e, come tali, le bacche sono state raccolte dai nativi americani e utilizzate come trattamento per il dolore agli occhi. Le radici essiccate, chiamate stringhe del diavolo, sono state utilizzate dalle popolazioni indigene come metodo per stordire il pesce e renderlo più facile da catturare.

Come coltivare il ribes indiano

Le piante di bacche di corallo in crescita attirano la fauna selvatica e una grande copertura del suolo che arresterà i problemi di erosione ed è resistente nella zona di rusticità USDA 3. La cura delle bacche di corallo consiglia anche di piantare in parziale o pieno sole ed evitare argilla pesante o terreni calcarei più secchi, causare muffa nella pianta.

Tagliare l'arbusto di corallo a terra in inverno incoraggerà la crescita delle piante più fitte e cespugliose e controllerà diversi tipi di funghi che possono infettare le piante. Una potatura severa aiuterà anche a domare la sua naturale abitudine di diffusione, che si ottiene tramite fusti sotterranei.

Questo arbusto deciduo da 2 a 6 piedi (da .61 a 1.2 m.) È stato coltivato dal 1727 con diverse cultivar aventi caratteristiche specifiche come abitudini di crescita compatte o fogliame variegato. Ogni arbusto di corallo si diffonderà per almeno 2 piedi (61 cm) di larghezza, quindi tieni conto di questo quando pianti.

Altre informazioni su come coltivare il ribes indiano consigliano la sua tolleranza al calore elevato e quantità medie di irrigazione e la sua preferenza per un terreno da neutro ad alcalino. La cura delle bacche di corallo nella corretta zona USDA è abbastanza semplice e ti fornirà il colore primaverile dal bianco verdastro alle fioriture rosa e in autunno con le bacche delle dimensioni di un bb di sfumature fucsia.

Immagine di John B.

Lascia un commento