Far crescere l’erba

Avere un bellissimo prato verde lussureggiante è un meraviglioso accento per la tua casa e il tuo spazio vitale, e può davvero fare la differenza nell'aspetto della tua casa. Tutti vorremmo avere quel primo prato premiato, ma non è sempre facile da raggiungere. Per quelli di noi che non possono permettersi una manutenzione professionale del prato, potrebbe essere necessario un po 'di tempo e fatica per ottenere i risultati desiderati.

Capire il tuo prato

Per prendersi cura del prato in modo adeguato, è necessario prendere in considerazione alcune cose prima di iniziare. Devi sapere che tipo di erba hai e cosa serve per prendertene cura.

Se stai iniziando con un nuovo prato, sarebbe una buona idea scoprire quale tipo di erba crescerebbe bene nella tua zona; prendi in considerazione il tuo tipo di suolo e il tuo ambiente. Devi anche sapere come preparare al meglio il tuo terreno prima di piantare il seme o mettere a terra le zolle in modo da dare al tuo nuovo prato le migliori possibilità di crescere forte e sano.

Fertilizzare il tuo prato

Tutti i prati possono trarre vantaggio dall'essere fertilizzati. Fertilizzare l'erba non si limita a darle un buon colore; aiuta anche a crescere in modo più spesso e più sano. Più sana è la tua erba, meno problemi avrai e meno erbacce e macchie marroni dovrai affrontare ogni primavera.

Sarebbe utile fertilizzare la maggior parte dei prati più volte all'anno, con il momento più cruciale all'inizio della primavera. La concimazione primaverile dovrebbe dare al prato un inizio veloce, che aiuterà a ottenere quel bel colore ricco nell'erba che tutti desiderano.

Per quanto sia importante fertilizzare, è altrettanto importante non esagerare. Se viene utilizzato troppo fertilizzante, l'erba potrebbe crescere eccessivamente, portando alla crescita di funghi e all'erba malsana.

Controllo delle infestanti sul tuo prato

Il controllo delle infestanti è essenziale per la salute e l'aspetto del tuo prato. Il prato più attraente è il prato che non ha erbacce che sporgono da esso. Se noti delle erbacce sul tuo prato, devi rimuoverle il prima possibile. Esistono trattamenti naturali per le erbacce, come scavarle o tirarle a mano, o anche irrorare le erbacce con una forte soluzione di aceto.

Annaffiare il prato

Proprio come tutti gli esseri viventi, il tuo prato avrà bisogno di acqua. Sarebbe bello che il prato avesse un sistema di irrigazione automatico che può essere impostato su un timer, ma l'irrigazione manuale è altrettanto efficace. Non innaffiare eccessivamente il tuo prato, perché una o due volte a settimana con una buona ammollo è tutto ciò che serve. Troppa acqua porta a muffe e apparati radicali scadenti che col tempo diminuiranno la salute del prato.

Falciare il prato

Taglia il prato regolarmente ed evita di tagliare il prato troppo corto. In generale, più corto si taglia il prato, più povero sarà il prato nel tempo. Falciare più frequentemente e lasciare erba più lunga è meglio per il prato, soprattutto in condizioni di tempo molto secco. In genere, una buona misura è non falciare mai più di un terzo dell'altezza dell'erba in qualsiasi momento. Non falciare nella calura del giorno. Aspetta invece la sera più fresca per evitare perdite d'acqua dovute all'evaporazione.

Articolo di Jessica Marley su www.patioshoppers.com, controlla online le offerte speciali attuali sul vimini all'aperto.

Immagine di Ian T. McFarland

Lascia un commento