Fertilizzante per piante d’aglio – quando e come concimare l’aglio

L'aglio è un raccolto di lunga stagione, 180-210 giorni alla maturazione, a seconda della varietà. Quindi, come puoi immaginare, la corretta fertilizzazione dell'aglio è di fondamentale importanza. La domanda non è solo come concimare l'aglio, ma qual è il momento migliore per nutrire le piante di aglio?

Fertilizzante per piante di aglio

L'aglio è un alimento pesante, fondamentalmente perché ci vuole così tanto tempo per arrivare a buon fine. Per questo motivo, è meglio pensare di nutrire le piante di aglio fin dall'inizio. Nella maggior parte dei climi, i bulbi d'aglio dovrebbero essere piantati nel tardo autunno o all'inizio dell'inverno, sei settimane prima che il terreno si congeli. Nelle zone più miti, puoi piantare l'aglio a gennaio o anche a febbraio per la fine dell'estate o l'inizio dell'autunno.

Prima di uno di questi tempi di semina, dovresti modificare il terreno con abbondante compost, che diventerà la base per concimare il tuo aglio e favorire la ritenzione idrica e il drenaggio. Puoi anche usare letame o 1-2 libbre (5-9 kg) di fertilizzante universale (10-10-10) o 2 libbre (9 kg) di farina di sangue per 100 piedi quadrati di spazio giardino.

Una volta che l'aglio è stato seminato, è tempo di considerare un programma per un'ulteriore fertilizzazione dell'aglio.

Come fertilizzare l'aglio

La fecondazione delle piante di aglio dovrebbe avvenire in primavera, se hai piantato in autunno. La fertilizzazione dell'aglio può avvenire mediante condimento laterale o spargendo fertilizzante sull'intero letto. Il miglior fertilizzante per piante di aglio sarà ricco di azoto, quelli contenenti farina di sangue o una fonte sintetica di azoto. Per vestire lateralmente, lavora il fertilizzante a 2.5 cm di profondità e circa 3-4 cm dalla pianta. Fertilizzare ogni tre o quattro settimane.

Fertilizza di nuovo l'aglio poco prima che i bulbi si gonfino, intorno a metà maggio. A detta di tutti, tuttavia, non concimare con cibi ricchi di azoto dopo maggio, poiché ciò potrebbe arrestare le dimensioni del bulbo.

Mantieni libera l'area intorno all'erba dell'aglio poiché non compete bene con le erbacce. Innaffia l'aglio in profondità ogni otto o dieci giorni se la primavera è secca, ma a giugno diminuisce gradualmente. Inizia a controllare i chiodi di garofano maturi alla fine di giugno. È meglio scavarne uno e tagliarlo a metà per verificare la maturità poiché le cime verdi dell'aglio non muoiono come gli altri Allium quando sono pronti. Stai cercando chiodi di garofano paffuti ricoperti da una buccia spessa e secca.

Curare i bulbi in un luogo ombreggiato, caldo, asciutto e arieggiato per una settimana. L'aglio può essere conservato per mesi in un'area fresca, asciutta e buia. Le temperature fredde favoriscono la germinazione, quindi non conservare in frigorifero.

Immagine di DLeonis

Lascia un commento