Informazioni sulle prugne giapponesi – come coltivare le prugne satsuma

Produttori adattabili e affidabili, dal portamento compatto e poco mantenuti rispetto ad altri alberi da frutto, i susini sono una gradita aggiunta al giardino di casa. La varietà più comune coltivata in tutto il mondo è la prugna europea, che viene principalmente trasformata in conserve e altri prodotti cotti. Se vuoi una prugna succosa da mangiare direttamente dall'albero, la scelta è molto probabilmente un susino giapponese Satsuma.

Informazioni sulla prugna giapponese

Le prugne, Prunoideae, sono un sub-membro della famiglia delle Rosaceae, di cui fanno parte tutte le drupacee come la pesca, la ciliegia e l'albicocca. Come accennato, il susino giapponese Satsuma produce frutti che vengono consumati più comunemente freschi. Il frutto è più grande, più rotondo e più sodo rispetto alla sua controparte europea. Anche i prugni giapponesi sono più delicati e richiedono condizioni temperate.

Le prugne giapponesi sono originarie della Cina, non del Giappone, ma sono state portate negli Stati Uniti attraverso il Giappone nel 1800. Più succosa, ma non così dolce come la sua cugina europea, "Satsuma" è una prugna grande, rosso scuro e dolce, apprezzata per essere conservata e mangiata direttamente dall'albero.

Prugna giapponese in crescita

Le prugne giapponesi Satsuma crescono rapidamente, ma non sono autofertili. Avrai bisogno di più di un Satsuma se vuoi che portino frutti. Le buone scelte per gli alberi di prugne impollinatori sono, ovviamente, un altro Satsuma o uno dei seguenti:

  • "Methley", una dolce prugna rossa
  • "Shiro", una prugna grande, dolce e vivacemente gialla
  • "Toka", una prugna ibrida rossa

Questa varietà di prugne raggiungerà un'altezza di circa 12 piedi (3.7 m.). Uno dei primi alberi da frutto in fiore, fiorisce a fine inverno all'inizio della primavera con una moltitudine di fiori aromatici e bianchi. Dovrai selezionare un'area piena di sole, che sia abbastanza grande da ospitare due alberi. I susini giapponesi sono sensibili al gelo, quindi un'area che offra loro una certa protezione è una buona idea. La coltivazione della prugna giapponese è resistente alle zone di coltivazione dell'USDA 6-10.

Come coltivare le prugne Satsuma

Prepara il terreno non appena è lavorabile in primavera e modificalo con abbondante composto organico. Ciò aiuterà il drenaggio e aggiungerà i nutrienti necessari nel terreno. Scava una buca tre volte più grande della radice dell'albero. Distanzia i due fori (hai bisogno di due alberi per l'impollinazione, ricorda) a circa 20 metri di distanza in modo che abbiano spazio per diffondersi.

Posiziona l'albero nella buca con la parte superiore dell'unione dell'innesto tra 3-4 cm sopra il livello del suolo. Riempi il buco a metà con terra e acqua. Completa il riempimento con la terra. Ciò eliminerà eventuali sacche d'aria attorno al sistema radicale. Montare il terreno pieno intorno alla parte superiore della zolla e comprimere con le mani.

Acqua con un sistema di irrigazione a goccia che garantirà un'irrigazione profonda e completa. Un pollice (2.5 cm) di acqua a settimana è sufficiente nella maggior parte delle condizioni atmosferiche; tuttavia, nella stagione calda sarà necessario annaffiare più spesso.

In primavera concimare con un alimento 10-10-10 e poi di nuovo all'inizio dell'estate. Basta cospargere una manciata di fertilizzante intorno alla base della prugna e acqua per bene.

Non impazzire con la potatura nei primi due anni. Consentire all'albero di raggiungere la sua altezza matura. Potresti voler potare i rami che si incrociano al centro o crescere dritti al centro dell'albero per aumentare l'aerazione, il che consente una migliore allegagione e una raccolta più facile.

Immagine di pellicano

Lascia un commento