Le foglie di gombo sono commestibili: impara a mangiare le foglie di gombo

Molti settentrionali potrebbero non averlo provato, ma l'okra è la quintessenza del sud e legato alla cucina della regione. Anche così, molti meridionali in genere usano solo i baccelli di gombo nei loro piatti, ma che ne dici di mangiare le foglie di gombo? Puoi mangiare le foglie di gombo?

Puoi mangiare le foglie di gombo?

Si pensa che il gombo abbia avuto origine in Africa e la coltivazione si sia diffusa in Medio Oriente, in India e nelle zone meridionali del Nord America, molto probabilmente portata dai francesi attraverso l'Africa occidentale. Da allora è diventato un alimento popolare nelle parti meridionali degli Stati Uniti

E sebbene sia il baccello il più favorito, anche le foglie di gombo sono, in effetti, commestibili. Non solo le foglie ma anche i bellissimi fiori.

Mangiare foglie di gombo

Il gombo è un tipo di pianta di ibisco coltivata a scopo ornamentale e come coltura alimentare. Le foglie sono a forma di cuore, seghettate, di media grandezza, di colore verde brillante e ricoperte di piccole setole. Le foglie crescono alternativamente con 5-7 lobi per stelo.

I baccelli di gombo sono un ingrediente tradizionale del gumbo e sono presenti in primo piano in altri piatti meridionali. Ad alcune persone non piacciono perché i baccelli sono mucillaginosi, una parola lunga per viscido. I baccelli sono spesso usati, come nel gumbo, per addensare zuppe o stufati. Si scopre che anche le foglie commestibili di gombo hanno questo aspetto ispessente. Le foglie possono essere mangiate crude o cotte come gli spinaci, e un bel chiffonade (strisce tagliate sottili) aggiunto allo stufato o alla zuppa lo addenserà proprio come farebbe un roux o un amido di mais.

Come accennato, i fiori sono commestibili, così come i semi, che possono essere macinati e usati come sostituto del caffè o pressati per l'olio.

Il sapore delle foglie è riferito piuttosto mite, ma un po 'erboso, quindi funziona bene con sapori audaci come aglio, cipolla e peperoni. Si trova in molti curry indiani e si abbina bene anche a piatti di carne. Le foglie di gombo sono ricche di fibre e contengono anche vitamine A e C, calcio, proteine ​​e ferro.

Raccogli le foglie di gombo dalla fine dell'estate all'autunno e usale immediatamente o conservale in un sacchetto di plastica in frigorifero per un massimo di tre giorni.

Immagine di moolyboo

Lascia un commento