Piante di davanzale da scarti di cucina: come far ricrescere le verdure in acqua

Scommetto che molti di voi hanno coltivato un nocciolo di avocado. Era solo uno di quei progetti di classe che tutti sembravano fare. Che ne dici di coltivare un ananas? E le piante da orto? Far ricrescere le verdure in acqua è un modo divertente e conveniente per coltivare le proprie verdure. Certo, alcuni di loro crescono meglio di altri, ma è comunque un esperimento accurato coltivare piante sul davanzale della finestra da scarti di cucina. Quindi quali sono le migliori piante per far ricrescere le verdure? Continua a leggere per scoprire come radicare gli ortaggi nell'acqua.

Come radicare le verdure in acqua

Far ricrescere le verdure in acqua è generalmente facile come prendere una porzione della verdura e metterla in sospensione in un bicchiere o in un altro contenitore d'acqua. La porzione necessaria per far ricrescere le verdure in acqua è solitamente uno stelo o il fondo (estremità della radice) di esso. Ad esempio, puoi ricrescere coriandolo e basilico da un rametto. Metti il ​​gambo di una delle due erbe in acqua in una zona soleggiata e calda e aspetta alcune settimane finché non vedi le radici. Una volta che hai un buon apparato radicale sano in crescita, gettalo in un contenitore di terra o torna in giardino.

Rivisitiamo il suddetto avocado nel caso non avessi provato a coltivarne uno dal seme. Sospendi il seme di avocado su un contenitore (gli stuzzicadenti fanno una piccola fionda per tenere il seme in alto) e riempilo con abbastanza acqua da coprire la parte inferiore del seme. In circa un mese e mezzo, dovresti avere radici lunghe circa 6 pollici. Tagliarli a 3 pollici di lunghezza e attendere che emergano le foglie. Quando compaiono le foglie, pianta il seme nel terreno.

Che ne dici dell'ananas di cui sopra? Taglia la parte superiore di un ananas. Mangia il resto dell'ananas. Prendi la parte superiore e sospendila in un bicchiere d'acqua in una zona calda alla luce diretta del sole. Cambia l'acqua ogni giorno. Dopo una settimana circa, dovresti avere radici e puoi piantare il tuo nuovo ananas. Tieni presente che probabilmente ci vorranno almeno tre anni prima che tu possa goderti i frutti del tuo lavoro, ma è comunque divertente.

Quindi quali sono alcune delle migliori piante da ricrescere da talee vegetali?

Ricrescere le verdure in acqua

Le piante che sono tuberi o radici stesse sono facili da ricrescere in acqua. Esempi di questi sono patate, patate dolci e zenzero. Tagliare le patate a metà e sospenderle sull'acqua in un davanzale pieno di sole. Lo stesso con la radice di zenzero. Presto vedrai le radici iniziare a formarsi. Quando le radici sono lunghe quattro pollici, pianta in un vaso di terra o in giardino.

Lattuga e sedano ricrescono facilmente dalle loro basi, la parte in cui le radici sono state tagliate. Questo di solito va comunque nel compost, quindi perché non provare a far ricrescere questo ortaggio in acqua. Basta posizionare l'estremità della radice nell'acqua, di nuovo in una zona soleggiata. Dopo circa una settimana, vedrai alcune radici e nuove foglie inizieranno a spingere fuori dalla corona del sedano. Lascia che le radici crescano un po 'e poi pianta la nuova lattuga o il sedano. Anche il cavolo cinese e il cavolo ricrescono facilmente in acqua.

La citronella, le cipolle verdi e l'aglio possono essere ricresciuti in acqua. Basta attaccare l'estremità della radice nell'acqua e attendere che le radici crescano.

Guarda com'è facile? Non ci sono scuse per non far ricrescere le verdure in acqua. Risparmierai molto sulla bolletta della spesa con un piccolo sforzo da parte tua. E ti ritroverai con un sacco di belle piante sul davanzale degli scarti di cucina che altrimenti avresti potuto compostare, smaltire o semplicemente buttare via.

Immagine di loonara

Lascia un commento