Potatura della lavanda: come tagliare la lavanda

La potatura della lavanda è importante per mantenere una pianta di lavanda che produce il tipo di fogliame profumato che la maggior parte dei giardinieri cerca. Se la lavanda non viene potata regolarmente, diventerà legnosa e produrrà meno foglie e fiori profumati. Se ti stai chiedendo come potare la lavanda e quando potarla al momento giusto, non aver paura. Tutte queste informazioni sono elencate di seguito.

Quando potare la lavanda

Inizierai a tagliare la lavanda nel secondo anno in cui è nel terreno. Le piante appena piantate o molto giovani hanno bisogno di una possibilità di stabilirsi e, per fare questo, devono essere in grado di concentrarsi sulla crescita delle radici. Se tagli la lavanda nel suo primo anno, metterà energia verso la crescita delle foglie piuttosto che delle radici e questo la renderà una pianta più debole a lungo termine.

Una volta che la tua pianta di lavanda ha avuto un anno per stabilirsi, dovrai potarla una volta all'anno. Il momento migliore per potare la lavanda è in primavera, proprio quando la nuova crescita sta iniziando ad arrivare.

Come potare la lavanda

Quando si pota la lavanda, è importante iniziare con un set di cesoie affilate e pulite. Pulisci le lame delle tue forbici con alcol denaturato o candeggina per assicurarti che tutti i batteri e germi potenzialmente dannosi vengano rimossi dalle lame.

Il prossimo passo per tagliare la lavanda è potare un terzo della pianta. Ciò costringerà la lavanda a creare una nuova e maggiore crescita, che non solo impedirà al cespuglio di diventare legnoso, ma aiuterà anche ad aumentare la quantità di lavanda disponibile per il raccolto più avanti nella stagione.

Potare correttamente la lavanda aiuterà la tua lavanda a produrre di più, a rimanere più sana e più bella. Se segui questi semplici consigli su come potare la lavanda, non puoi sbagliare.

Immagine di iwka

Lascia un commento