Potatura delle peonie: come e quando tagliare le peonie

Le peonie, con i loro fiori grandi, appariscenti e spesso profumati, diventano il punto focale del giardino in primavera. I fiori durano solo una o due settimane, ma piantando insieme diverse varietà puoi prolungare la stagione fino a sei settimane. Una volta che i fiori svaniscono, ti rimane un arbusto attraente con foglie profonde. La potatura delle peonie è facile e spesso non richiedono alcuna potatura. Quindi come fai a sapere quando tagliare le peonie? Continua a leggere per saperne di più su quando e come potare una peonia.

La potatura della peonia è necessaria?

La potatura della peonia è necessaria e, in tal caso, come si procede alla potatura della peonia? Le peonie infatti necessitano di pochissime potature, ma come per qualsiasi arbusto, la potatura aiuta a promuovere una buona salute generale e il controllo di insetti e malattie. La potatura della peonia può aiutare a mantenere la forma della pianta.

Quando tagliare le peonie

Le peonie erbacee sono piante a gambo tenero che muoiono naturalmente in autunno e ricrescono di nuovo in primavera. Tagliare gli steli morti a terra in autunno aiuta a prevenire insetti e malattie e rende il giardino ordinato. Quando rimuovi gli steli, fai attenzione a non danneggiare la chioma, che è la parte carnosa della pianta tra le radici e gli steli.

Rimuovi i gambi che sono infestati da malattie o insetti non appena scopri il problema. Taglia i rami della peonia per rimuovere i danni causati dal clima invernale e per correggere i problemi strutturali in primavera.

Come potare una peonia

La prima cosa che dovresti sapere sulla potatura delle peonie è dove eseguire il taglio. Il posto migliore per tagliare uno stelo di peonia è appena sopra un bocciolo sano. Se lo stelo è malato, assicurati di tagliare il legno sano. Non compostare talee potate malate o infestate da insetti. Brucia i gambi o il sacchetto e gettali invece.

In caso di lesioni gravi o quando la pianta è troppo cresciuta, rimuovere l'intero gambo tagliandolo vicino al terreno.

Quando due rami si incrociano e si sfregano l'uno contro l'altro, rimuovi il ramo meno desiderabile. L'attrito derivante dal costante sfregamento crea una ferita che funge da punto di ingresso per insetti e malattie.

Il disbudding è la rimozione di gemme selezionate per controllare la dimensione e la quantità dei fiori. Se rimuovi i boccioli laterali e lasci il bocciolo sulla punta di uno stelo, otterrai un fiore molto grande. Rimuovendo il bocciolo terminale e lasciando quelli lungo i lati dello stelo si ottengono fiori più ma più piccoli.

Immagine di LisaStrachan

Lascia un commento