Quali sono alcune forme di propagazione delle piante

La propagazione delle piante è un passo importante nella produzione di piante aggiuntive in giardino o in casa. Diamo un'occhiata a quali sono alcune forme di propagazione delle piante.

Cos'è la propagazione delle piante?

Forse ti starai chiedendo, cos'è la propagazione delle piante? La propagazione delle piante è il processo di moltiplicazione delle piante.

Sebbene esistano molti tipi di tecniche di propagazione delle piante, ci sono due categorie in cui generalmente rientrano: sessuali e asessuali. La propagazione sessuale prevede l'uso di parti floreali per creare una nuova pianta da due genitori. La propagazione asessuata coinvolge le parti vegetative per creare una nuova pianta utilizzando un genitore.

Quali sono alcune forme di propagazione delle piante?

Le piante possono essere propagate in numerosi modi. Alcuni di questi includono semi, talee, stratificazione e divisione. Di questi tipi di propagazione delle piante, esistono varie forme. Questi potrebbero includere diversi tipi di talee oltre a diversi metodi di stratificazione o divisione delle piante.

Tecniche comuni di propagazione sessuale delle piante

Uno dei metodi più comuni per propagare le piante sessualmente è attraverso i semi. Ci sono quattro fattori che influenzano il successo della propagazione delle piante da seme: calore, luce, acqua e ossigeno.

Tuttavia, alcuni semi (come quello di vari arbusti e alberi) richiedono un periodo di raffreddamento sotterraneo per tutto l'inverno prima che possa avvenire la germinazione. Per questi semi deve avvenire una “maturazione” artificiale per stratificazione. La stratificazione del seme comporta la rottura, il graffio o l'ammorbidimento del mantello del seme affinché inizi il processo di germinazione.

Tipi asessuali di propagazione delle piante

Molte tecniche di propagazione delle piante sono asessuali. I metodi più comuni di propagazione asessuata includono talee, stratificazione e divisione.

Tecniche di propagazione delle piante da talea

Le talee comportano il radicamento di un pezzo della pianta madre, come una foglia, una punta, uno stelo o una radice. Sia le piante erbacee che quelle legnose possono essere propagate per talea. In generale, le talee dalle piante erbacee possono essere prese in qualsiasi momento.

Le talee di conifere si prendono meglio nella tarda primavera all'inizio dell'estate, mentre le talee di legno duro dovrebbero essere prese quando le piante sono dormienti durante l'autunno e l'inverno. La maggior parte delle talee dovrebbe essere lunga da 3 a 6 pollici con tagli diagonali. Eventuali foglie inferiori devono essere rimosse e le talee devono essere poste in un terreno di coltura (sabbia, terra, acqua o torba e perlite) dopo essere state immerse nell'ormone radicante, che è facoltativo ma consigliato. Questi dovrebbero quindi ricevere una luce brillante e indiretta. Le talee possono essere tenute al buio. Il rooting può richiedere da pochi giorni a diversi mesi.

Tecniche di propagazione delle piante da stratificazione

La stratificazione comporta il radicamento di una parte della pianta madre prima di tagliarla. La semplice stratificazione si ottiene piegando un ramo a terra, aggiungendo un po 'di terreno sopra la porzione centrale e quindi ancorandolo in posizione con una pietra. Ferire il ramo può spesso aiutare a incoraggiare il processo di radicamento. Una volta che le radici appaiono, il ramo può essere reciso dalla pianta madre.

La stratificazione dell'aria comporta il taglio dello stelo e l'apertura con uno stuzzicadenti o un dispositivo simile. Questo viene quindi circondato da muschio di sfagno bagnato (o inumidito) e avvolto in plastica o pellicola. Viene tagliato dalla pianta madre una volta che si vedono le radici permeare dal muschio. La stratificazione viene solitamente eseguita all'inizio della primavera o alla fine dell'estate.

Divisione tecniche di propagazione delle piante

La divisione comporta la rottura di gruppi di piante per formarne di nuovi. Questi vengono solitamente scavati dal terreno o eseguiti durante il rinvaso delle piante in vaso. Generalmente, le piante a fioritura primaverile ed estiva sono divise in autunno, mentre è vero il contrario per le varietà a fioritura autunnale, che si verifica in primavera.

Quando si dividono le piante, ogni sezione dovrebbe contenere radici, bulbi o tuberi affinché la pianta possa prosperare. Questi possono essere ripiantati nel terreno o in contenitori.

Immagine di urafoc

Lascia un commento