Sintomi di eliminazione delle vene: come trattare l’uva con il virus di eliminazione delle vene

Quando si tratta di coltivare l'uva, le opzioni sono illimitate. Mentre molti giardinieri scelgono di coltivare viti per mangiare fresco, altri possono cercare varietà più specificamente adatte per l'uso in vini, succhi o persino gelatine. Sebbene ci siano molte opzioni in termini di tipo, molti degli stessi problemi possono affliggere le viti. Prevenire e identificare le cause specifiche del declino della vite è la chiave per raccolti abbondanti di uve autoctone. Questo articolo si concentra sulle informazioni sul virus della pulizia delle vene dell'uva (GVCV).

Che cos'è il virus della pulizia delle vene dell'uva?

Negli ultimi decenni, negli Stati Uniti, in tutto il Midwest e in alcune parti del sud si sono verificati casi di eliminazione delle vene dell'uva. Sebbene il declino della salute delle viti con il virus della pulizia delle vene possa non essere immediatamente evidente, la crescita delle piante potrebbe rallentare nel tempo. Inoltre, i grappoli d'uva prodotti possono essere di dimensioni ridotte, deformarsi o persino avere trame indesiderabili.

Uno dei sintomi di eliminazione delle vene più evidenti ed evidenti si verifica nelle vene delle foglie di vite. Il fogliame delle piante inizia ad assumere un aspetto giallo, quasi chiaro. È importante notare che questo potrebbe non verificarsi su tutte le foglie. Inoltre, potrebbero essere presenti altre anomalie legate al fogliame che potrebbero segnalare un declino della vitalità della pianta.

Tra le viti infette, i coltivatori possono notare che le nuove foglie sono molto più piccole, possono essere deformate, mostrare segni di ingiallimento e / o avere un aspetto simile a rughe. I problemi fogliari di solito compaiono prima nelle foglie giovani e, successivamente, colpiscono la vite nel suo insieme.

Prevenire la pulizia delle vene dell'uva

Sebbene la causa di questo virus della vite non sia ancora del tutto chiara, ci sono alcuni modi per evitare le piante infette.

Alcune prove suggeriscono che vari insetti possono svolgere un ruolo nella trasmissione del virus da pianta a pianta, ma gli studi non hanno ancora determinato quali parassiti possano essere responsabili. Mantieni le tue piante libere dalle erbacce per evitare parassiti indesiderati dalla zona e applica pesticidi organici, come l'olio di neem, quando necessario.

L'innesto e la propagazione della vite attraverso talee infette sono mezzi comuni con cui il virus si diffonde rapidamente nei vigneti. Assicurati che tutti gli strumenti di propagazione siano ben sterilizzati e scegli solo le talee dall'aspetto più sano per il radicamento o l'innesto.

Anche se ci sono alcune varietà di uva che dimostrano un'apparente resistenza al GVCV, garantire che le piante acquistate e propagate siano libere da malattie è la migliore forma di prevenzione.

Lascia un commento