Che cos’è la peronospora batterica sulle foglie del riso: scopri la peronospora batterica sulle foglie nelle colture di riso

La peronospora batterica nel riso è una grave malattia del riso coltivato che, al suo apice, può causare perdite fino al 75%. Per controllare efficacemente il riso con la peronospora batterica delle foglie, è importante capire di cosa si tratta, compresi i sintomi e le condizioni che favoriscono la malattia.

Che cos'è la ruggine batterica sulle foglie?

La peronospora batterica nel riso è una malattia batterica distruttiva che fu osservata per la prima volta nel 1884-1885 in Giappone. È causato dal batterio Xanthomonas oryzae pv. oryzae. È presente nelle regioni di coltivazione del riso dell'Asia, Africa, Australia, America Latina e Caraibi e molto raramente negli Stati Uniti (Texas).

Sintomi di riso con batterio fogliare batterica

I primi segni di riso con peronospora batterica sulle foglie sono lesioni imbevute d'acqua ai bordi e verso la punta delle lame fogliari. Queste lesioni si ingrandiscono e rilasciano una linfa lattiginosa che si secca e assume un colore giallastro. Questo è seguito da caratteristiche lesioni bianco-grigiastre sulle foglie. Quest'ultimo stadio dell'infezione precede l'essiccamento e la morte del fogliame.

Nelle piantine, le foglie infette diventano verde-grigiastro e si arrotolano. Con il progredire della malattia, le foglie ingialliscono e appassiscono. Entro 2-3 settimane, le piantine infette si seccheranno e moriranno. Le piante adulte possono sopravvivere ma con rese e qualità ridotte.

Riso Bacterial Leaf Blight Control

Il batterio prospera in ambienti caldi e umidi ed è favorito da forti piogge combinate con il vento, in cui entra nella foglia attraverso i tessuti danneggiati. Inoltre, viaggia attraverso le acque allagate del raccolto di riso fino alle radici e alle foglie delle piante vicine. Le colture fortemente fertilizzate con azoto sono le più sensibili.

Il metodo di controllo meno costoso ed efficace è piantare cultivar resistenti. Altrimenti, limitare e bilanciare la quantità di fertilizzante azotato, garantire un buon drenaggio nel campo, praticare una buona igiene rimuovendo le erbacce e arando sotto le stoppie e altri detriti di riso e lasciare asciugare i campi tra le piantagioni.

Lascia un commento