Coltivazione del crescione: come coltivare il crescione in giardino

Se sei un amante dell'insalata, come me, è molto probabile che tu abbia familiarità con il crescione. Poiché il crescione prospera in acque limpide e lente, molti giardinieri si astengono dal piantarlo. Il fatto è che la pianta è molto adattabile e la coltivazione del crescione può essere ottenuta in molti modi diversi a casa. Quindi, come coltivare il crescione nel giardino di casa? Continuate a leggere per saperne di più.

Coltivazione di crescione

Il crescione è una pianta perenne coltivata per le sue foglie e gli steli puliti e leggermente pepati. Visto allo stato selvatico, cresce parzialmente sommerso in acqua corrente e in zone allagate in climi moderatamente freschi. Se hai una fontana nel tuo paesaggio, questo è un ottimo posto per coltivare il crescione, ma in caso contrario non disperare.

Il crescione può anche essere coltivato in un terreno costantemente umido con un pH del terreno di 6.5-7.5 in pieno sole, oppure puoi imitare le condizioni naturali coltivando piante di crescione in un secchio o in un altro contenitore. Nel giardino vero e proprio, puoi scavare un solco da 6 pollici (15 cm.), Rivestirlo con 4-6 mil di polietilene e poi riempirlo con 2 pollici (5 cm) di terreno compostato o muschio di torba. Ovviamente, se hai un ruscello nella tua proprietà, la coltivazione del crescione è più semplice che mai.

Piante crescenti del crescione

Il crescione può essere coltivato da seme, trapianti o talee. Le varietà di crescione abbondano, ma la varietà autoctona più comune è il Nasturtium officinale. Prima di piantare, scegli un luogo soleggiato e modifica il terreno del giardino con 4-6 pollici (10-15 cm) di materia organica compostata fino a una profondità di 6-8 pollici (15-20 cm).

I semi sono piccoli, quindi devono essere trasmessi leggermente sul sito preparato. Semina tre settimane prima della data di congelamento nella tua zona. Questa pianta germina meglio in condizioni fresche (50-60 gradi F. o 10-15 C.) ma non frigida. Mantieni l'area di piantagione umida ma non coperta d'acqua. Le piante coltivate in contenitori possono essere collocate in un piattino riempito d'acqua per trattenere l'umidità.

Le piantine appariranno tra circa cinque giorni. Se stai trapiantando, distanzia le piante di 8 cm una volta che tutte le possibilità di gelo sono passate.

Cura del crescione

L'umidità costante è la preoccupazione numero uno nella cura del crescione; dopotutto, l'acqua è il suo ambiente. Le piante coltivate in contenitore possono essere collocate in un secchio riempito con 2-3 pollici (5-7.5 cm.) Di acqua in modo che le radici rimangano sommerse.

Sebbene la pianta non abbia un elevato fabbisogno nutritivo, il crescione coltivato può mostrare segni di carenze di potassio, ferro o fosforo. Un fertilizzante solubile completo applicato alla dose raccomandata dovrebbe mitigare uno qualsiasi di questi problemi.

In giardino, mantieni l'area intorno alle piante libera da erbacce e pacciame per aiutare la ritenzione idrica. Le lumache amano il crescione e dovrebbero essere rimosse a mano o intrappolate. Anche le mosche bianche amano la pianta e possono essere controllate con acqua saponosa o sapone insetticida. Gli acari del ragno causano lo scolorimento delle foglie e il deterioramento generale della pianta. Predatori naturali come coleotteri, acari predatori o tripidi possono aiutare a controllare questi parassiti.

Raccolta del crescione

Il sapore del crescione è migliore durante i mesi freddi dell'anno. Una volta che la pianta fiorisce, il sapore è compromesso. La raccolta del crescione può iniziare circa tre settimane dopo l'emergenza. Tagliare o potare le piante le incoraggerà ad essere più spesse e rigogliose. Taglia le piante a un'altezza di circa 4 pollici (10 cm). Lavare accuratamente le talee e conservarle in un sacchetto di plastica in frigorifero per una settimana.

La raccolta può continuare tutto l'anno, aggiungendo una spinta di vitamine A e C, insieme a niacina, acido ascorbico, tiamina, riboflavina e ferro alla tua insalata ho-hum o un tocco in più al burro o alle salse.

Immagine di grabarz

Lascia un commento