Come gestire le piante d’appartamento tossiche – know how nel giardinaggio

Molte delle piante d'appartamento più belle sono effettivamente pericolose. Contengono sostanze che possono irritare la pelle o che possono essere velenose al tatto e chi soffre di allergie deve prestare particolare attenzione. Tuttavia, non lasciare che questo rovini la gioia che provi in ​​tali piante. Devi solo imparare come affrontarli correttamente.

Proteggersi dalle piante tossiche

Innanzitutto, indossa guanti di gomma ed evita di far entrare succhi di piante negli occhi, nella bocca o in qualsiasi ferita aperta. Se hai bambini piccoli, è sicuramente meglio evitare le piante pericolose fino a quando i bambini non sono abbastanza grandi da capire i pericoli. Inoltre, gli animali domestici non sono sempre intelligenti come pensiamo. I gatti e gli uccelli adorano mordicchiare le piante verdi e non sanno quali sono velenose o meno.

A volte solo varietà o specie particolari richiedono un'attenzione speciale. Altre volte, un'intera famiglia di piante è velenosa. In alcune piante, le sostanze irritanti sono limitate a certe parti come solo le foglie o il fusto, mentre in altre l'intera pianta è velenosa. Ricorda che tutte le piante velenose sono contrassegnate con il simbolo della testa della morte nei ritratti delle piante e sulle etichette.

Piante potenzialmente pericolose

Tutte le Euforbiacee contengono concentrazioni variabili di una linfa biancastra. Questa linfa irrita la pelle. Se le piante vengono ferite, un po 'di lattice entra facilmente sulla pelle e questo può produrre eczema. A questa famiglia appartengono piante tanto amate come:

  • Piante di Cristo (Ruphorbia milli)
  • Croton (Codiaeum variegatum)
  • Acalypha (Acalypha)

Alcuni degli Aracaea trovati tra le piante d'appartamento contengono anche linfa velenosa. Filtrando dai tagli, questa linfa può causare enormi gonfiori e dolore sulla mucosa della bocca e della gola. Può anche causare congiuntivite e alterazioni della cornea negli occhi. Esempi sono:

  • Dieffenbachia (Dieffenbachia)
  • Sempreverde cinese (Aglaonema)
  • Fiore di fenicottero (Anthurium)
  • Pianta del formaggio svizzero (Monstera deliciosa)
  • Philodendron (Philodendron)
  • Giglio di Calla (Zantedeschia)

Le piante simili all'amarillide (Lillaceae) contengono anche linfa che può produrre nausea, vomito e diarrea. Esempi noti di questa famiglia sono:

  • Tulipano
  • Narciso
  • giacinto
  • amarillide
  • Clivia

Conosciute per le loro qualità velenose sono le Solanacee. Altri includono Browalolia, Brunfelsia, Capsicum e Solanum pseudocapsicum. Lavarsi sempre accuratamente le mani se le ferite delle piante hanno lasciato linfa o succhi cellulari sulle dita. Non strofinare gli occhi mentre lavori con queste piante. Potrebbe essere pericoloso come toccare un peperoncino jalapeno nei tuoi occhi!

Le bacche sulle piante, come quelle della clivia, sono particolarmente pericolose per i bambini. I bambini non possono resistere alla tentazione e mettono il frutto in bocca. Molte bacche sulle piante d'appartamento producono nausea, vomito e dolori allo stomaco, seguiti da sonnolenza e allargamento delle pupille. La maggior parte dei casi di avvelenamento da piante sono causati da Solanum pseudocapsicum.

Anche estremamente pericolose sono le Apocynaceae. Esempi popolari di questa famiglia sono:

  • Oleandro (Nerium oleander)
  • Allamanda
  • Carissa
  • Pervinca del Madagascar (Catharanthus roseus)
  • Dipladenia
  • Palme del Madagascar (Pachypodium)

Queste piante hanno tutte un sapore amaro e provocano nausea se mangiate. Contengono sostanze che influenzano il funzionamento del cuore, ma sono pericolose solo se si mangiano molte fioriture o foglie. Allo stesso modo, stai molto attento a questa famiglia di piante, specialmente con i bambini. Sebbene sia raro essere in costante contatto con le porzioni sotterranee di queste piante, è importante sapere se è necessario fare attenzione alle sostanze velenose durante il rinvaso. Ricorda anche che è pericoloso per la vita per i bambini mangiare i tuberi del giglio Gloriosa (Gloriosa superba) o del croco autunnale (Colchicum autumnale).

Un'allergia molto fastidiosa è quella a Primulas. Le persone con una tale allergia possono manifestare irritazioni o infezioni della pelle al minimo contatto con Primula abconica (e ancora di più con Primula malacoides). Le secrezioni dei peli fini sulle foglie e sui gambi di questa specie causano reazioni davvero negative in molte persone. Le primule non sono velenose, tuttavia. Un materiale simile è contenuto nei cormi di Cyclamen persicum, ma di solito non si entra in contatto con i cormi.

La natura ha fornito ad alcune piante difese molto efficaci. Pensa alle spine e alle spine appuntite. Tutti avranno sperimentato quanto possano essere dolorose le spine di cactus nella pelle. La yucca, così come molte specie di agave e aloe, hanno punte acuminate sulle foglie che producono abrasioni e ferite sulla pelle se le urtate durante il rinvaso. I bambini che giocano vicino a loro possono ferirsi se si ottengono i punti negli occhi.

Alcuni dei veleni più potenti al mondo sono prodotti da piante semplici. Un esemplare particolarmente velenoso è la rosa del deserto (Adenium obesum), che appartiene alla famiglia delle Apocynoceae. È assolutamente essenziale evitare il contatto con il suo lattice.

Proteggi il tuo animale domestico dalle piante velenose

Ricorda che le piante che mettono in pericolo l'uomo possono essere pericolose anche per i nostri animali domestici. Gatti, cani, uccelli in gabbia, conigli, criceti, porcellini d'India: qualsiasi animale domestico che vaga liberamente nella tua casa rischia di essere avvelenato se hai questo tipo di piante in casa. Se i gatti non sono ammessi all'aperto ogni giorno per soddisfare il loro bisogno di erba, inizieranno a rosicchiare le tue piante d'appartamento.

È sbagliato credere che gli animali sapranno cosa è bene per loro e cosa no. Metti sempre una ciotola di erba gatta sul davanzale della finestra per i tuoi gatti. Fai attenzione anche a quei cactus. La caccia alle mosche a una finestra ha catturato molte spine di gatto invece di prede, e le piccole ferite spesso hanno bisogno di molte settimane per guarire. Anche i cani si fanno male. Poiché sia ​​i cani che i gatti berranno l'acqua, sono anche messi in pericolo da rimedi vegetali e fertilizzanti che sono stati sciolti nell'acqua delle piante rimanenti.

Sebbene sia carino, è ovvio che le piante possono essere pericolose non solo per gli esseri umani ma per i tuoi animali domestici. Segui le indicazioni e tieni questi tipi di piante fuori dalla portata dei bambini piccoli e dei tuoi animali domestici. Alla fine, questo ti farà risparmiare un sacco di problemi e angoscia.

Immagine di RusN