Piante tossiche per i gatti: piante velenose per i gatti

Come i cani, i gatti sono curiosi per natura e di tanto in tanto si metteranno nei guai per questo motivo. Sebbene i gatti si nutrano di un gran numero di piante, specialmente di quelle che si trovano in casa, di solito hanno meno probabilità di nutrirsi di un'intera pianta come la maggior parte dei cani. Tuttavia, dovresti sempre essere consapevole della presenza di piante tossiche per i gatti al fine di prevenire eventuali problemi futuri dentro e intorno alla casa in modo da poter mantenere i tuoi amici felini sani e al sicuro.

Piante velenose per gatti

Ci sono numerose piante velenose per i gatti. Poiché ci sono così tante piante tossiche per i gatti, ho scelto di dividerle in gruppi delle piante velenose più comuni con effetti lievi, moderati o gravi.

Piante leggermente tossiche per i gatti

Sebbene ci siano molti tipi di piante che possono essere tossiche per i gatti, la maggior parte può effettivamente essere trovata dentro o intorno alla casa. Ecco alcune delle piante più comuni velenose per i gatti con sintomi lievi:

  • Philodendron, Pothos, Dieffenbachia, Peace lily, Poinsettia - Che provenga da masticare o ingerire le piante, tutti questi possono causare irritazione alla bocca e alla gola, sbavando e vomito. Osservazioni:: È necessario ingerire enormi quantità di stelle di Natale prima che si manifestino i sintomi.
  • Le piante di ficus e serpente (lingua della suocera) possono provocare vomito e diarrea, mentre la dracaena (pianta di mais) può causare vomito, sbavare e barcollare. Jade porta gli stessi sintomi oltre alla depressione.
  • Le piante di aloe possono provocare vomito, diarrea, mancanza di appetito e barcollamento.
  • Sapevi che anche l'erba gatta può essere leggermente tossica? Sebbene sia normale che i gatti appaiano "ubriachi" o un po '"selvaggi" quando rosicchiano la pianta, troppo in breve tempo può anche provocare vomito e diarrea.

Piante moderatamente velenose per gatti

Alcune piante provocano un avvelenamento più grave. Questi includono:

  • L'edera può causare vomito, diarrea, sbavando, difficoltà respiratorie, febbre e debolezza muscolare.
  • Azalea e rododendri possono causare vomito, diarrea, iper salivazione, debolezza, depressione del sistema nervoso centrale e, nei casi più gravi, morte.
  • Gli arbusti di agrifoglio possono provocare disturbi digestivi e depressione del sistema nervoso.
  • Il pino della Norfolk provoca vomito, depressione, gengive pallide e bassa temperatura corporea.
  • Le piante di euforbia (euforbia) provocano disturbi digestivi da lievi a moderati e salivazione eccessiva.

Piante gravemente tossiche per i gatti

Le piante gravemente tossiche possono includere uno dei seguenti:

  • Ad eccezione del giglio della pace e della calla, tutte le altre varietà di giglio rappresentano una grave minaccia per i gatti, causando insufficienza renale e morte. Basta una piccola quantità per provocare l'avvelenamento.
  • Gli arbusti di ortensie contengono una tossina simile al cianuro e possono portare rapidamente alla privazione dell'ossigeno e alla morte.
  • Tutte le parti della palma da sago sono considerate velenose, con i semi (noci) che sono la parte più tossica della pianta. L'ingestione provoca sintomi gastrointestinali acuti, tremori e grave insufficienza epatica.
  • L'oleandro, anche in piccole quantità, può uccidere il tuo gatto. Tutte le parti sono altamente tossiche, con conseguenti problemi digestivi, vomito e diarrea, battito cardiaco irregolare, depressione e morte.
  • Il vischio può anche portare alla morte. Altri sintomi includono irritazione digestiva, battito cardiaco e temperatura bassi, difficoltà respiratorie, barcollamento, sete eccessiva, convulsioni e coma.
  • A piccole dosi, anche un paio di morsi, la pianta del cavolo puzzola può causare bruciore e gonfiore della bocca e una sensazione di soffocamento. Mangiare grandi porzioni di foglie può, in casi estremi, essere fatale.

Con una qualsiasi di queste piante gravemente velenose per i gatti, non aspettare che compaiano i sintomi principali. Porta il tuo gatto dal veterinario, insieme alla pianta (se possibile) il prima possibile. Inoltre, tieni presente che i sintomi variano da gatto a gatto, a seconda delle loro dimensioni e delle parti o quantità della pianta ingerite.

Per elenchi più completi di piante velenose per i gatti, visita:
CFA: Plants and Your Cat
ASPCA: elenco di piante tossiche e non tossiche per gatti

Immagine di Quinn Dombrowski

Lascia un commento