Controllo delle infestanti Velvetleaf – come sbarazzarsi delle piante velvetleaf

Le erbacce Velvetleaf (Abutilon theophrasti), note anche come buttonweed, cotone selvatico, butterprint e malva indiana, sono originarie dell'Asia meridionale. Queste piante invasive devastano raccolti, bordi stradali, aree disturbate e pascoli. Continua a leggere per imparare come sbarazzarti di velvetleaf.

Cos'è Velvetleaf?

Questa pianta fastidiosa è un membro della famiglia delle malva, che comprende anche piante desiderabili come ibisco, malvarosa e cotone. Un'erbaccia annuale eretta che può raggiungere altezze di 7 piedi, la foglia di velluto prende il nome dalle enormi foglie a forma di cuore, che sono ricoperte da peli fini e vellutati. Anche gli steli spessi sono ricoperti di peli. I grappoli di piccoli fiori a cinque petali compaiono a fine estate.

Controllo delle piante di foglia di velluto

Il controllo delle infestanti di Velvetleaf è un progetto a lungo termine perché una pianta crea migliaia di semi, che rimangono vitali nel terreno per un incredibile 50-60 anni. La coltivazione del terreno può sembrare una buona soluzione, ma porta i semi in superficie solo dove sono in grado di germogliare prontamente. Tuttavia, è una buona idea falciare le piante mentre sono piccole per evitare che vadano a seminare. La risposta rapida è la chiave e alla fine avrai il sopravvento.

Se stai combattendo un piccolo gruppo di erbacce dalle foglie di velluto, puoi tirarle a mano prima che la pianta vada a seminare. Elimina le erbacce quando il terreno è umido. Usa una pala, se necessario, poiché i pezzi di radici che rimangono nel terreno germoglieranno nuove erbacce. Tirare è più efficace quando il terreno è umido.

I popolamenti grandi e ben consolidati sono più difficili da trattare, sebbene gli erbicidi a foglia larga possano essere efficaci se applicati a piante alte meno di 4 pollici (10 cm). Spruzzare al mattino perché le foglie cadono nel tardo pomeriggio e spesso riescono a sfuggire al contatto con i prodotti chimici. Fare riferimento all'etichetta dell'erbicida per informazioni specifiche.

Osservazioni:: Il controllo chimico dovrebbe essere utilizzato solo come ultima risorsa, poiché gli approcci biologici sono più sicuri e molto più rispettosi dell'ambiente.

Immagine di NNehring