Cosa sono le noci del Brasile: informazioni e suggerimenti sulla coltivazione delle noci del Brasile

Hai mai avuto quei sacchetti misti di noci sgusciate? Se è così, allora probabilmente hai familiarità con le noci del Brasile, che in realtà non sono affatto considerate botanicamente noci. Cosa sono quindi le noci del Brasile e quali altre informazioni sull'albero delle noci del Brasile possiamo trovare?

Cosa sono le noci del Brasile?

Le noci del Brasile (Bertholletia excelsa) sono le uniche specie del genere monotipico Bertholletia, dal nome del chimico francese Claude Louis Berthollet. Sono originari di alcune regioni dell'Amazzonia e possono raggiungere un'altezza di 160 piedi fino a 6 piedi di diametro e possono vivere per 500 anni o più. La corteccia è liscia e grigia e le foglie sono decidue della stagione secca. I fiori nascono in pannocchie con ogni fiore che possiede un calice deciduo in due parti, sei petali color crema e una moltitudine di stami modellati in una massa incappucciata.

Il frutto impiega circa 14 mesi per maturare una volta impollinato. Il frutto risultante è piuttosto grande (4-6 pollici di diametro e pesa fino a 5 libbre) e sembra molto simile a un endocarpo di cocco. All'interno del guscio duro e legnoso, 8-24 semi distintamente triangolari risiedono imballati insieme proprio come segmenti arancioni. Questi semi sono ciò che chiamiamo noci del Brasile. Le noci, botanicamente parlando, sono in realtà un frutto indeiscente dal guscio duro come una ghianda.

Informazioni sull'albero di noce del Brasile

Alla fine di questa capsula di frutta, c'è un foro che consente all'agouti locale di rosicchiare il frutto aperto. Poi mangiano dei semi e, come i nostri scoiattoli, ne seppelliscono alcuni per una data successiva. Alcuni dei semi sepolti diventano nuovi alberi di noci del Brasile. Sembra che questo potrebbe essere un metodo facile per la procreazione, ma il fatto è che il seme potrebbe essere stato seppellito in un'area ombreggiata e potrebbe attendere in stasi per anni fino a quando gli alberi circostanti muoiono e cadono, permettendo alla luce solare di penetrare dove si trova il seme .

È illegale abbattere uno di questi alberi in Brasile. Così, dove un tempo erano la provincia esclusiva delle aree di foresta indisturbata, ora possono essere trovati nei cortili delle persone e lungo strade e strade. Per poter produrre frutti, tuttavia, devono essere presenti alcune api dei generi Bombus, Centris, Epicharis, Eulaema e Zylocopa per impollinare i fiori. Queste api di grandi dimensioni sono in gran parte carenti nelle aree forestali disturbate. Per questo motivo, sebbene siano state tentate piantagioni di alberi in Brasile, la coltivazione naturale si è dimostrata più affidabile.

Nonostante il loro nome, il più grande esportatore di noci del Brasile è in realtà la Bolivia, dove la noce è chiamata nuez de Brasil. Sia i boliviani rurali che i brasiliani fanno affidamento sulla raccolta e sulla vendita di noci del Brasile come fonte primaria di reddito. La raccolta di alberi brasiliani a crescita naturale ha impedito la deforestazione per questo motivo in molte aree dell'Amazzonia.

Come accennato, la coltivazione commerciale si è rivelata un'impresa vana. Ma la coltivazione di noci del Brasile non è al di fuori del regno delle possibilità. Continua a leggere per scoprire come coltivare noci del Brasile.

Come coltivare noci del Brasile

Coltivare le proprie noci del Brasile richiederà un po 'di pazienza e, sebbene sia difficile, è uno sforzo gratificante. Per prima cosa, devi raccogliere delle noci del Brasile. Se li prendi dal sacchetto precedentemente menzionato di noci sgusciate miste, non sarai in grado di propagarli. Quelle noci sono state bollite come parte della loro lavorazione. L'ebollizione ucciderà il seme, rendendolo impotente.

Ottieni una scorta di semi adeguata da un vivaio online o se vivi in ​​Amazzonia, ovviamente, puoi raccogliere direttamente dalla foresta pluviale. Fai domande per essere certo di ottenere semi sani e crudi da piantare, non da mangiare. Una volta ottenuto il seme, immergilo in acqua per 24 ore per sciogliere la buccia esterna.

Versare l'acqua e sciacquare i semi. Immergi nuovamente i semi e ripeti il ​​processo di risciacquo e ammollo ogni 8 ore fino a quando il seme non germoglia. Quando i semi sono germogliati, riempire un contenitore, come un barattolo di vetro trasparente, pieno per 2/3 con terriccio ricco di sostanze nutritive. Fai un buco al centro del terreno e spingi il seme dentro.

Coprilo con lo sporco, lasciando che l'estremità germogliata sporga dal terreno. Inumidisci il terreno e mantienilo umido. Copri il contenitore con una garza o una garza e fissalo saldamente con un elastico. Metti il ​​contenitore in una zona calda con luce solare indiretta e controllalo per crescita e secchezza.

Quando la piantina è alta 6-12 pollici, piantala in un'area con pieno sole, terreno ben drenante e alta umidità con temperature tropicali calde.

Immagine di mauroguanandi

Lascia un commento