Cos’è il sodio nel suolo: informazioni sul sodio nel suolo e nelle piante

Il suolo fornisce sodio nelle piante. C'è un accumulo naturale di sodio nel suolo da fertilizzanti, pesticidi, scolo di acque poco profonde cariche di sale e la scomposizione dei minerali che rilasciano sale. Il sodio in eccesso nel terreno viene assorbito dalle radici delle piante e può causare seri problemi di vitalità nel tuo giardino. Impariamo di più sul sodio nelle piante.

Cos'è il sodio?

La prima domanda a cui devi rispondere è: cos'è il sodio? Il sodio è un minerale che generalmente non è necessario nelle piante. Alcune varietà di piante hanno bisogno di sodio per aiutare a concentrare l'anidride carbonica, ma la maggior parte delle piante ne usa solo una traccia per promuovere il metabolismo.

Allora da dove viene tutto il sale? Il sodio si trova in molti minerali e viene rilasciato quando si degradano nel tempo. La maggior parte delle sacche di sodio nel suolo proviene dal deflusso concentrato di pesticidi, fertilizzanti e altri emendamenti del suolo. Il deflusso di sale fossile è un'altra causa dell'elevato contenuto di sale nel suolo. La tolleranza al sodio delle piante viene testata anche nelle zone costiere con umidità ambientale naturalmente salata e lisciviazione dalle coste.

Effetti del sodio

Gli effetti del sodio nelle piante sono simili a quelli dell'esposizione alla siccità. È importante notare la tolleranza al sodio delle tue piante, specialmente se vivi dove il deflusso delle acque sotterranee è elevato o nelle regioni costiere dove gli spruzzi oceanici si spostano di sale sulle piante.

Il problema con l'eccesso di sale nel suolo sono gli effetti del sodio sulle piante. Troppo sale può causare tossicità ma soprattutto reagisce sui tessuti vegetali proprio come fa sui nostri. Produce un effetto chiamato osmotion, che fa deviare l'acqua importante nei tessuti vegetali. Proprio come nel nostro corpo, l'effetto fa seccare i tessuti. Nelle piante può compromettere la loro capacità di assorbire anche un'umidità adeguata.

L'accumulo di sodio nelle piante causa livelli tossici che causano una crescita stentata e un arresto dello sviluppo cellulare. Il sodio nel terreno viene misurato estraendo l'acqua in laboratorio, ma puoi semplicemente guardare la tua pianta per avvizzire e ridurre la crescita. In aree soggette a secchezza e alte concentrazioni di calcare, è probabile che questi segni indichino un'elevata concentrazione di sale nel suolo.

Migliorare la tolleranza al sodio delle piante

Il sodio nel terreno che non è a livelli tossici può essere facilmente eliminato sciacquando il terreno con acqua dolce. Ciò richiede l'applicazione di più acqua di quella necessaria alla pianta, in modo che l'acqua in eccesso disperda il sale dalla zona delle radici.

Un altro metodo è chiamato drenaggio artificiale ed è combinato con la lisciviazione. Ciò conferisce all'acqua carica di sale in eccesso un'area di drenaggio dove l'acqua può raccogliersi ed essere smaltita.

Nelle colture commerciali, gli agricoltori utilizzano anche un metodo chiamato accumulo gestito. Creano pozzi e aree di drenaggio che convogliano le acque salate lontano dalle tenere radici delle piante. L'uso di piante tolleranti al sale è utile anche nella gestione dei terreni salati. Assumeranno gradualmente il sodio e lo assorbiranno.

Immagine di Nuno Andr?

Lascia un commento