Curare le arachidi – come essiccare le piante di arachidi

Un anno, quando io e mia sorella eravamo bambini, abbiamo deciso di coltivare una pianta di arachidi come un esperimento divertente e, dal punto di vista di mia madre, educativo. Probabilmente è stata la mia prima incursione nel giardinaggio e, sorprendentemente, ha prodotto un vero raccolto di arachidi, anche se estremamente poco appetitoso. Sfortunatamente, non sapevamo che la cura delle arachidi dopo la raccolta seguita dalla tostatura deve avvenire prima che abbiano un sapore simile alle noci.

Come essiccare le piante di arachidi

La stagionatura delle arachidi nei giardini non avviene direttamente ma solo dopo la raccolta. Le arachidi, conosciute anche come goobers, piselli appiccicosi, piselli macinati, arachidi e arachidi, sono legumi che fioriscono in modo univoco fuori terra ma frutti sotto terra. Le arachidi sono classificate in base alla varietà di noci (spagnola o Virginia) o al loro habitat di crescita: corridore o mazzo. Le arachidi della Virginia sono il tipo che si trova nei parchi di baseball di tutto il paese con uno o due grandi chicchi per baccello di arachidi. Le arachidi spagnole hanno due o tre chicchi più piccoli e sono spesso vendute con una "pelle" rosso ruggine che aderisce all'esterno della noce.

Entrambe le varietà richiedono terreno ben drenato. Dovrebbero essere piantati dopo che il pericolo di gelo è passato, poiché richiedono una temperatura del suolo di 65 F. (18 C.) per la germinazione. Semina i semi di arachidi a una profondità di 1-1 / 2 pollici, a 6-8 pollici di distanza. Tipi di mazzo spaziali distanti 24 pollici e arachidi runner distanti 36 pollici. Queste annuali di stagione calda richiedono un minimo di 120 giorni senza gelo per la maturazione.

Il contenuto di umidità di un nocciolo di arachidi, una volta scavato, varia dal 35 al 50 percento. Questo contenuto di umidità relativamente elevato deve essere adeguatamente ridotto all'8-10 percento mediante un'adeguata stagionatura delle arachidi dopo la raccolta. La polimerizzazione impropria provocherà stampaggio e deterioramento.

Cura delle arachidi dopo la raccolta

Raccogli le arachidi una volta che il fogliame diventa giallo tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno. Scava con cura la pianta e scuoti il ​​terreno sciolto dai baccelli. La polimerizzazione delle arachidi può quindi essere ottenuta tramite essiccazione naturale o essiccazione meccanica. Gli agricoltori commerciali utilizzano tecniche meccaniche per la cura delle arachidi, ma il coltivatore domestico può essiccare la noce all'aria.

Puoi provare a curare le arachidi nelle casette da giardino o nei garage o in una finestra al chiuso, purché siano calde e asciutte e i livelli di umidità rimangano bassi. Appendi la pianta per una o due settimane in quella posizione. Condizioni umide o umide faranno marcire le noci, mentre un'essiccazione eccessivamente calda o rapida abbasserà la qualità, conferendo alle arachidi un sapore strano e spaccando i gusci.

La pioggia durante gli ultimi giorni di stagionatura causerà lo scolorimento del guscio e la potenziale infezione da muffe e insetti.

Conservazione delle arachidi

Una volta che le noci sono adeguatamente polimerizzate, la conservazione delle arachidi dovrebbe avvenire in sacchetti di rete conservati in un'area fresca e ben ventilata fino a quando non scegli di arrostirli. Le arachidi hanno un alto contenuto di olio e, come tali, alla fine diventeranno rancide. Per allungare la vita delle tue noccioline, conservale in un contenitore sigillato in frigorifero per diversi mesi o nel congelatore per diversi anni.

Immagine di chomplearn

Lascia un commento