Guida all’innesto di cactus – come innestare una pianta di cactus

Fuori con la testa! La propagazione del cactus viene comunemente eseguita mediante innesto, un processo in cui un pezzo tagliato di una specie viene coltivato su un pezzo ferito di un'altra. L'innesto di piante di cactus è un metodo di propagazione semplice che anche un giardiniere alle prime armi può provare. Specie diverse funzionano meglio con metodi diversi, ma segue una breve guida sull'innesto di cactus con istruzioni di base su come innestare un cactus.

I cactus comprendono alcune delle mie piante preferite per la loro unicità di forma e caratteristiche insolite. La propagazione avviene attraverso innesti, talee di fusto, talee di foglie, semi o offset. La crescita del cactus dal seme è un processo lungo, poiché la germinazione potrebbe essere inaffidabile e la crescita è al ritmo di una lumaca. In generale, i cactus che non producono offset possono essere propagati mediante innesto purché vi sia un portainnesto compatibile. La parte innestata è chiamata marza e la parte base o radicata è il portainnesto.

Guida all'innesto di cactus

I cactus vengono innestati per una serie di motivi. Uno può essere semplicemente quello di produrre meccanicamente una specie diversa, ma il processo produce anche steli privi di malattie, per fornire un nuovo gambo per uno stelo esistente che sta marcendo o per migliorare la fotosintesi nelle piante che non hanno la capacità. L'innesto di piante di cactus viene anche fatto per creare forme uniche, come piante piangenti.

L'innesto è comune nelle piante da frutto perché aumenta la maturità di una cultivar esistente per la produzione di frutta precedente. La marza diventa la parte superiore della pianta con tutte le caratteristiche delle specie originarie. Il portainnesto diventa le radici e la base della pianta. L'unione è al cambio vascolare dove le ferite della marza e del portainnesto sono sigillate insieme per guarire e unirsi.

Una volta che le ferite di giunzione sono guarite, non è necessaria alcuna cura speciale del cactus innestato. Coltivalo semplicemente come faresti con qualsiasi altra pianta.

Cactus portinnesto per innesto

I portinnesti generalmente approvati per l'innesto di cactus sono:

  • Hylocereus trigonus o undatus
  • Cereus peruvianus
  • Trichocereus spachianus

Inoltre, se il portainnesto e la marza sono della stessa specie, la compatibilità è eccellente. La compatibilità diminuisce al diminuire del rapporto familiare. È possibile che due piante dello stesso genere si innestino, ma due dello stesso genere sono rare e due della stessa famiglia sono molto rare. I cactus appropriati per l'innesto sono, quindi, quelli della stessa specie e con un rapporto il più stretto possibile per il miglior risultato.

Come innestare il cactus

Utilizzare strumenti sterili e molto puliti quando si eseguono tagli. Scegli piante sane e prepara un rampollo. Taglia la parte superiore o almeno uno stelo di 1 cm. Quindi prepara il portainnesto decapitando un cactus a pochi centimetri dal terreno.

Metti la marza sopra la porzione tagliata del portainnesto ancora radicato in modo che entrambi i cambi vascolari siano situati insieme. Usa gli elastici per tenere i pezzi uniti come uno solo.

La cura del cactus innestato è la stessa del cactus non innestato. Guarda per eventuali insetti all'unione o marciume. In circa due mesi, puoi rimuovere gli elastici e l'unione dovrebbe essere sigillata.

Immagine di Teenoo

Lascia un commento