Informazioni sulle bacche di goumi: scopri come coltivare le bacche di goumi

Cosa sono le bacche di goumi? Non un frutto comune in nessun reparto ortofrutticolo, questi piccoli esemplari rosso vivo sono molto gustosi e possono essere consumati crudi o cotti in gelatine e torte. Inoltre, a loro merito, gli arbusti di bacche di goumi sono resistenti e in grado di prosperare in tutti i tipi di condizioni. Sia che tu voglia raccogliere il frutto o semplicemente un albero robusto e attraente, la coltivazione delle bacche di goumi è una buona scommessa. Continua a leggere per saperne di più sulle bacche di goumi.

Prendersi cura delle bacche di goumi

Gli arbusti di bacche di goumi (Elaeagnus multiflora) sono molto resistenti. Le piante possono sopravvivere a temperature fino a -4 F. (-20 C.). Sebbene la pianta fuori terra possa morire di nuovo a temperature più fredde, le radici possono sopravvivere fino a -22 F. (-30 C.) e ricresceranno di nuovo in primavera.

Gli arbusti possono tollerare qualsiasi tipo di terreno, da quello sabbioso a quello argilloso, da acido ad alcalino. Cresceranno in un terreno nutrizionalmente povero e aria inquinata e staranno bene in pieno sole o in ombra parziale. Possono persino tollerare l'aria salmastra del mare. In altre parole, la coltivazione delle bacche di goumi non richiede molte cure particolari. Sono proprio così flessibili!

Ulteriori informazioni sulle bacche di goumi

Le bacche stesse sono larghe 1-2 cm (0.5 pollici), rotonde e di colore rosso vivo. L'arbusto fiorisce in primavera ei frutti maturano in piena estate.

Le bacche di goumi si raccolgono meglio scuotendo l'arbusto e raccogliendo le bacche su un foglio sottostante. Questo può essere difficile per la pianta, tuttavia, e devi stare attento a non danneggiare i teneri giovani germogli. Aiuta a raccogliere le bacche quando sono più mature: dovrebbero essere di un colore scarlatto intenso e non così acide nel sapore. Detto questo, sono piuttosto acidi anche quando sono più maturi, motivo per cui vengono spesso trasformati in torte e marmellate.

Lascia un commento