Le palle sulle radici di felce di Boston sono dannose: scopri i noduli di felce di Boston

Le felci sono piante antiche che si riproducono generando e diffondendo spore, proprio come funghi e funghi. La felce di Boston, nota anche come felce della spada, è una pianta affidabile con masse di lunghe fronde aggraziate. Si potrebbero anche notare noduli radicali sulle piante di felce di Boston.

Noduli di radice di felce di Boston

Molto apprezzata come pianta da interno, la felce di Boston prospera in vasi o cesti appesi. Nei climi caldi dove le temperature sono costantemente superiori a 50 F. (10 C.), la felce viene facilmente coltivata all'aperto.

Se rinvasi o trapianti una felce di Boston matura, potresti notare delle palline sulle radici delle felci. Queste palline, che si sviluppano dove le fronde incontrano i rizomi sotterranei, sono piccoli noduli di crescita rotondi delle dimensioni di un'uva. I noduli, noti anche come "bulbilli", compaiono solitamente verso la fine della stagione di crescita, tra la fine dell'estate e l'autunno.

Le palle sulle radici di felce di Boston sono dannose?

I noduli delle radici sulle felci di Boston non sono dannosi. Sono un adattamento naturale che garantisce la sopravvivenza della pianta. I noduli di felce di Boston aiutano la pianta ad assorbire l'umidità e le sostanze nutritive nel terreno. Sono importanti perché immagazzinano l'acqua per la pianta durante i periodi di siccità.

Propagazione dei noduli di felce di Boston

La felce di Boston viene spesso propagata dividendo una pianta matura o piantando piccole piantine che crescono tra le fronde più grandi. Puoi anche propagare la pianta piantando i noduli delle radici. Pianta una piccola sezione di rizoma con noduli alle radici attaccati in una pentola piena di terriccio umido o parti uguali di sabbia e torba. Un rizoma con almeno tre noduli ha maggiori probabilità di radicarsi.

A volte, puoi propagare con successo una vecchia felce morta piantando noduli, che possono essere carnosi e verdi anche se la pianta principale è secca e avvizzita. Pianta i noduli in una pentola con la crescita verde rivolta verso l'alto, appena sopra la superficie del terriccio sterile.

Metti la pentola in un sacchetto di plastica e riempilo d'aria. Posizionare la pentola in luce indiretta e temperature comprese tra 59 e 68 F. (15-20 C.).

Con un po 'di fortuna, noterai piccoli noduli bianchi in uno o tre mesi. Quando i noduli sviluppano radici, rimuovere il sacchetto di plastica e piantare ogni nodulo radicato nel proprio vaso. Inumidisci il terriccio, quindi metti ogni vaso in un sacchetto di plastica per creare un ambiente simile a una serra.

Lascia che la nuova felce maturi, quindi rimuovi il sacchetto e piantala in un contenitore più grande o in giardino.

Lascia un commento