L’orecchio di gatto è commestibile: scopri gli usi pratici dell’orecchio di gatto

Per i proprietari di case che desiderano un prato perfettamente curato, le erbacce persistenti come il dente di leone, la portulaca, la piantaggine e l'orecchio di gatto possono evocare rabbia e odio. Tuttavia, per i giardinieri che sono affascinati dalle proprietà curative delle piante, queste stesse piccole "erbacce" sono tesori preziosi.

Mentre la maggior parte dei giardinieri ed erboristi hanno probabilmente sentito parlare degli eccellenti usi medicinali e culinari di dente di leone, piantaggine e portulaca, l'orecchio di gatto è un'erba spesso trascurata e sottovalutata che è carica di antiossidanti. Continua a leggere per suggerimenti sull'uso delle piante dell'orecchio di gatto e impara come raccogliere i numerosi benefici dell'orecchio di gatto mantenendo questa pianta in giro.

L'orecchio di gatto è commestibile?

La pianta dell'orecchio di gatto è una pianta perenne originaria dell'Europa, che si è naturalizzata in Nord America, Australia, Nuova Zelanda, Giappone e altre regioni. In molti di questi luoghi, l'orecchio di gatto è considerato un fastidio o un'erba nociva, ma in altri luoghi è considerato un tesoro culinario o erboristico: tutte le parti dell'orecchio di gatto sono commestibili e la pianta è ricca di antiossidanti, potassio e luteina.

Le piante dell'orecchio di gatto hanno una sorprendente somiglianza con il dente di leone ed è spesso chiamato falso dente di leone. Come il dente di leone, le piante dell'orecchio di gatto formano fiori compositi gialli su steli cavi, che secernono una sostanza lattiginosa quando vengono spezzati. Lo stelo cresce da una rosetta di foglie profondamente dentate. Dopo che i fiori svaniscono, come il dente di leone, l'orecchio del gatto produce teste di semi soffici a forma di globo che si disperdono e galleggiano nel vento su paracadute sottili e setosi. È molto facile scambiare l'orecchio di gatto per il dente di leone.

La dispersione prolifica dei semi e le strategie di sopravvivenza uniche della pianta le hanno fatto guadagnare il proprio nome come un fastidio. Le piante dell'orecchio del gatto assumeranno un'abitudine di crescita prostrata o diffusa nei prati che vengono falciati frequentemente. Questa crescita piatta consente alla pianta di rimanere appena al di sotto delle altezze di taglio medie. In regioni strette o strette, l'adattabilità della pianta le consente anche di crescere eretta e alta. Questa tenace sopravvissuta è elencata come un'erba nociva in alcune zone, quindi dovresti controllare le restrizioni locali prima di coltivare l'orecchio del gatto.

Usi comuni dell'orecchio di gatto

Mentre l'orecchio di gatto ha una reputazione piuttosto negativa in Nord America, è un'erba culinaria e medicinale comune nella sua gamma nativa. È stato portato in Nord America dai primi coloni a causa dei suoi usi come cibo e medicina.

Come rimedio a base di erbe, gli usi dell'orecchio di gatto includono il trattamento di problemi ai reni, infezioni del tratto urinario, problemi alla cistifellea, costipazione, reumatismi e problemi al fegato. La sua radice contiene un cortisone naturale che viene utilizzato per trattare allergie, eruzioni cutanee e altri problemi di prurito della pelle sia nelle persone che negli animali domestici.

In Grecia e in Giappone, l'orecchio di gatto viene coltivato come un giardino verde. Il fogliame giovane e tenero viene consumato crudo in insalata o cotto in una vasta gamma di piatti locali. I gambi e le gemme dei fiori vengono cotti al vapore o saltati in padella, come gli asparagi. La radice dell'orecchio di gatto può anche essere cotta al vapore e saltata in padella, oppure arrostita e macinata in una bevanda simile al caffè.

Se desideri sfruttare i vantaggi dell'orecchio di gatto, assicurati di raccogliere solo piante selvatiche da siti in cui sai che non c'è contaminazione chimica o altrimenti dannosa del suolo.

Disclaimer: Il contenuto di questo articolo è solo a scopo educativo e di giardinaggio. Prima di utilizzare o ingerire QUALSIASI erba o pianta per scopi medicinali o altro, consultare un medico, un erborista medico o un altro professionista adatto per un consiglio.

Immagine di yogesh_more

Lascia un commento