Metodi di fermentazione vegetale – come fermentare le verdure dell’orto

Gli esseri umani fermentano cibi da migliaia di anni. È uno dei metodi più semplici per conservare i raccolti. Recentemente, la fermentazione di verdure e altri alimenti hanno trovato un nuovo mercato grazie ai benefici per la salute. La fermentazione vegetale produce cibi che hanno un sapore diverso dal raccolto originale ma spesso sono migliori. Impara come fermentare le verdure e ottenere i benefici di nuovi sapori e cibi che supportano la salute dell'intestino.

Why Ferment Produce?

Gli antichi cinesi iniziarono a fermentare la produzione già nel 7,000-6,600 aC Questa antica pratica converte zuccheri o carboidrati in acidi o addirittura alcol. Questo crea un alimento che può essere conservato in sicurezza per un lungo periodo di tempo, introducendo anche sapori e consistenze diversi rispetto al cibo crudo contenuto.

Il processo di fermentazione è chimico che rilascia potenti probiotici. Questi sono fondamentali per mantenere la pancia sana e felice. Sono particolarmente utili a coloro che hanno seguito un lungo ciclo di antibiotici, che possono distruggere la flora nello stomaco. I batteri intestinali buoni sono fondamentali per un sistema immunitario generale sano. La fermentazione spesso aumenta anche i livelli delle vitamine B e K12, nonché degli enzimi utili.

Mangiare cibi fermentati con altri alimenti può aumentare la digeribilità di questi alimenti. Questo è utile se hai uno stomaco delicato che sembra intollerante a certi cibi. Inoltre, il processo è facile e sicuro se eseguito correttamente e può essere tradotto in molte verdure diverse.

Come fermentare le verdure

La fermentazione delle verdure va oltre i crauti, un alimento familiare ai più. Quasi tutte le verdure hanno un sapore e una conserva meravigliosamente con la fermentazione.

La fermentazione vegetale non è complessa ma richiede il rispetto di alcune regole di base. Il primo elemento importante è l'acqua. I sistemi idrici comunali spesso contengono cloro, che rallenterà il processo di fermentazione, quindi usa acqua distillata o filtrata.

Gli altri due ingredienti importanti sono la corretta temperatura e la quantità di sale. La maggior parte degli alimenti richiede temperature comprese tra 68-75 gradi F. (20-29 C.). Le verdure grandi e quelle non tagliate richiedono una soluzione salina del cinque percento, mentre le verdure sminuzzate possono accontentarsi di una soluzione del solo tre percento.

La concentrazione più bassa richiede due cucchiai di sale per ogni litro d'acqua e quella più alta è di tre cucchiai con la stessa quantità di acqua.

Iniziare a fermentare le verdure

I barattoli di conserve puliti sono utili. Non utilizzare alcun tipo di metallo che reagirà agli acidi e scolorirà il cibo.

Lava i tuoi prodotti e lavorali nella misura che desideri. Pezzi più piccoli o verdure sminuzzate fermenteranno più velocemente.

Prepara la salamoia e misura il sale con cura. Aggiungi eventuali spezie come pepe in grani interi, chiodi di garofano, semi di cumino, ecc.

Mettere le verdure in barattoli e riempire con condimenti e salamoia per immergerle. Coprire con coperchi sciolti o un panno per consentire la fuoriuscita di gas.

Conservare i barattoli in condizioni di scarsa illuminazione a temperatura ambiente per quattro giorni fino a due settimane. Più lungo è il processo, più intenso è il sapore. Quando hai raggiunto il sapore che desideri, refrigerare e conservare per diversi mesi.

Immagine di etorres69

Lascia un commento