Reimpianto di alberi tagliati: puoi ripiantare un albero di Natale tagliato

Gli alberi di Natale creano la scena (e l'aroma) per un buon Natale, e se l'albero è fresco e gli fornisci una buona cura, manterrà il suo aspetto fino alla fine della stagione. Lo svantaggio è che gli alberi sono costosi e sono di scarsa utilità una volta che hanno svolto il loro scopo principale.

Certo, puoi riciclare il tuo albero di Natale posizionandolo all'esterno per fornire un riparo invernale agli uccelli canori o scheggiandolo in pacciame per le tue aiuole. Sfortunatamente, c'è una cosa che sicuramente non puoi fare: non puoi ripiantare un albero di Natale tagliato.

Il reimpianto di alberi tagliati non è possibile

Quando acquisti un albero, è già stato tagliato per settimane, o forse anche mesi. Tuttavia, anche un albero appena tagliato è stato separato dalle sue radici e ripiantare un albero di Natale senza radici semplicemente non è possibile.

Se sei determinato a piantare il tuo albero di Natale, acquista un albero con una zolla sana che sia stata avvolta in modo sicuro nella tela da imballaggio. Questa è un'alternativa costosa, ma con la cura adeguata, l'albero abbellirà il paesaggio per molti anni.

Talee dell'albero di Natale

Potresti essere in grado di far crescere un piccolo albero da talee di albero di Natale, ma questo è estremamente difficile e potrebbe non avere successo. Se sei un giardiniere avventuroso, non fa mai male provarlo.

Per avere qualche possibilità di successo, le talee devono essere prelevate da un albero giovane e appena tagliato. Una volta che l'albero è stato tagliato e trascorre alcuni giorni o settimane nel lotto o nel garage, non c'è speranza che le talee siano praticabili.

  • Taglia diversi steli del diametro di una matita, quindi spella gli aghi dalla metà inferiore degli steli.
  • Riempi una pentola o un vassoio a celle con un terriccio leggero e aerato come una miscela di tre parti di torba, una parte di perlite e una parte di corteccia fine, insieme a un pizzico di fertilizzante secco a lenta cessione.
  • Inumidisci il terriccio in modo che sia umido, ma non gocciolante, quindi fai un buco con una matita o un bastoncino. Immergi la parte inferiore del gambo nella polvere o nel gel di ormone radicante e pianta il gambo nella buca. Assicurati che i gambi o gli aghi non si tocchino e che gli aghi siano sopra il terriccio.
  • Posiziona la pentola in un luogo riparato, come una cornice fredda riscaldata, o usa il calore inferiore impostato a non più di 68 gradi F. (20 C.). A questo punto è sufficiente una scarsa illuminazione.
  • Il radicamento è lento e probabilmente non vedrai una nuova crescita fino alla primavera o all'estate successive. Se le cose vanno bene e le talee si radicano con successo, trapiantale ciascuna in un singolo contenitore riempito con una miscela di piantine a base di terreno con una piccola quantità di fertilizzante a lenta cessione.
  • Lascia che i piccoli alberi maturino per diversi mesi o finché non saranno abbastanza grandi da sopravvivere all'aperto.

 

Immagine di Richard McGuirk

Lascia un commento