Cosa sono i bulbi di nomocharis: informazioni sulla cura dei gigli alpini

Per molti proprietari di case e paesaggisti professionisti, i gigli sono un'aggiunta eccellente alle aiuole e ai bordi ornamentali. Fiorendo solo per un breve periodo, questi fiori grandi e vistosi fungono da splendido punto focale nelle piantagioni. Questo, combinato con la loro facile abitudine di crescita, rende i gigli in fiore una scelta popolare tra i giardinieri principianti. Mentre i tipi comuni di giglio, come asiatico e orientale, sono facili da trovare online e nei vivai, le famiglie più rare di queste piante possono essere difficili da individuare, come il giglio alpino, che è particolarmente apprezzato dai coltivatori di fiori devoti.

Informazioni sulle lampadine Nomocharis

Sebbene siano molto simili nell'aspetto del bulbo e della fioritura, i gigli alpini (Nomocharis) non sono tecnicamente nella famiglia dei gigli (Lilium). Originarie delle regioni dell'India settentrionale, della Cina e della Birmania, queste piante ornamentali producono fiori di colore variabile dal rosa chiaro al rosa-viola. A seconda della varietà, queste fioriture possono anche esibire motivi unici a macchie viola scuro su tutti i petali del fiore che li rendono eccezionalmente belli.

Come coltivare i gigli alpini cinesi

Simile a molti gigli, la cura del giglio Nomocharis è relativamente semplice. I gigli alpini cinesi possono essere coltivati ​​da seme, da bulbi o dal trapianto di bareroots. È probabile che l'individuazione di semi o piante sia piuttosto difficile. È improbabile che i gigli alpini si trovino in molti vivai locali e sono scarsamente disponibili per l'ordine online. Quando acquisti queste piante, assicurati sempre di utilizzare una fonte affidabile e rispettabile. Ciò garantirà che i coltivatori ricevano la pianta corretta, nonché una sana e priva di malattie.

I semi di giglio alpino beneficeranno di un periodo di stratificazione fredda. Prima di piantare, lascia raffreddare i semi per un periodo di almeno 4 settimane. Successivamente, utilizzare i vassoi di partenza dei semi all'interno e una miscela di partenza di semi fuori suolo di alta qualità. Copri leggermente i semi e assicurati di mantenere un'umidità adeguata durante il processo di germinazione. Questo dovrebbe richiedere un periodo di tempo compreso tra 3-6 settimane. Le piantine impiegheranno diversi anni prima che siano pronte per essere trapiantate in giardino.

Piantare i bulbi da fiore è spesso l'opzione migliore. Basta piantare il bulbo nel terreno in primavera dopo che tutte le possibilità di gelo sono passate. I bulbi da fiore grandi e maturi dovrebbero iniziare a crescere e fiorire nel periodo appropriato nella stessa estate. Sebbene la propagazione dei bulbi per ridimensionamento sia comune, non è raccomandata quando si coltivano gigli alpini, poiché potrebbe danneggiare gravemente la pianta.

Quando si prendono cura dei gigli alpini, le piante non dovrebbero essere lasciate asciugare. La pacciamatura e l'irrigazione frequente possono aiutare questa preoccupazione. La robustezza delle piante varierà a seconda della zona di coltivazione dei giardinieri. In generale, si ritiene che i gigli alpini siano resistenti alla zona di coltivazione USDA 7-9. Coloro che vivono al di fuori di queste zone possono essere in grado di coltivare queste piante con particolare attenzione alle escursioni termiche e in ambienti in vaso.

Immagine di libri sulla birra