Cosa sono le banane tailandesi: consigli per la cura delle banane tailandesi nei giardini

In Thailandia, le banane sono ovunque e sono sinonimo della regione tropicale in cui prosperano. Se desideri aggiungere un aspetto più tropicale al tuo paesaggio, prova a coltivare banane tailandesi. Cosa sono le banane tailandesi? Continua a leggere per scoprire come coltivare banani tailandesi e cura delle banane tailandesi.

Cosa sono le banane tailandesi?

Il frutto della banana thailandese proviene dalle piante di banana nera Musa. Questi robusti alberi di banana crescono fino a circa 20 piedi (6 m.) Di altezza. La pianta inizia verde ma dopo alcuni mesi il tronco e i piccioli diventano di colore da marrone scuro a nero. Possono essere coltivati ​​nelle zone USDA 7-11 e creare una grande casa o una pianta da patio coltivata in contenitori. Questa varietà non è solo resistente al freddo, ma anche alle malattie e al vento.

Lo sviluppo della banana è a dir poco sorprendente. Questa pianta erbacea tropicale cresce da un cormo sotterraneo ed è costituita da uno pseudostem (tronco) costituito da strati di guaine fogliari. I fiori di banana appaiono in gruppi chiamati "mani" lungo il fusto della pianta. Sono ricoperti da brattee violacee che rotolano indietro e cadono man mano che il gambo del frutto si sviluppa. Le prime mani ad apparire sono i fiori femminili che si sviluppano in frutti di banana thailandese, piccoli e simili ai platani ma più dolci.

Come coltivare alberi di banane tailandesi

Pianta le piante di banana tailandesi in un terreno ben drenante, umido e riccamente organico. Coltiva le banane tailandesi in 12 ore o più di luce intensa. Detto questo, le nuove piante possono essere suscettibili alle bruciature fogliari, quindi acclimatare gradualmente la pianta a sempre più luce solare nel corso di una settimana o due prima della semina per evitare lo stress della banana.

Le temperature notturne dovrebbero essere intorno ai 67 F. (19 C.) e durante il giorno le temperature dovrebbero essere negli anni '80 (27-29 C.). Nei climi più freschi, portare le piante all'interno durante l'inverno. Rimuovere le foglie e conservare solo il rizoma non annaffiato in una zona riscaldata per svernare. Oppure scavare piccoli polloni dalla pianta madre e metterli in vaso per lo svernamento in casa.

Le banane tailandesi possono essere coltivate nella zona USDA 9-11. Se coltivi banane tailandesi in uno stand all'aperto, distanzia le piante di circa 4 cm. Entro poche settimane le grandi foglie ti faranno sentire come se fossi ai tropici e forniranno un'ombra gradita durante i mesi più caldi.

Se desideri coltivare la tua banana in un contenitore, ricorda che più le radici sono allentate, più la pianta è alta e sana. Inizia con un contenitore profondo almeno 30 cm e largo 18-24 cm. Le piante coltivate in un patio danno il meglio nelle zone 46b-61 e prosperano durante l'estate, ma devono essere portate in casa prima del gelo e svernate.

Thai Banana Care

Le banane sono alimentatori pesanti e dovrebbero essere alimentate con un fertilizzante organico ad alto contenuto di azoto. Fertilizzare con parsimonia ad almeno 6 pollici di distanza (15 cm.) Dalla base della pianta, tre volte all'anno con un concime 15-5-10 a lenta cessione. Non innaffiare troppo una pianta di banana. La putrefazione delle radici dal terreno freddo e umido ucciderà facilmente la tua pianta.

Una volta che la pianta ha fruttato, taglia la pianta madre al livello del suolo o vicino a esso. Una volta prodotto, non fiorirà più né fruttifica e lo psuedostem marcirà nel terreno o potrà essere rimosso, tagliato e aggiunto al cumulo di compost.

Lascia un commento