Giardinaggio vegetariano in montagna: coltivazione di ortaggi d’alta quota

Coltivare ortaggi d'alta quota è difficile, ma non impossibile. L'orticoltura di montagna non ha niente a che fare con la coltivazione nel Midwest, nel Pacifico nord-occidentale o addirittura nel sud. No, l'orticoltura d'alta quota richiede un know-how speciale. Quindi, che tipo di cose deve sapere un giardiniere prima di fare giardinaggio vegetariano in montagna?

Giardinaggio vegetariano in montagna

Quando si coltiva l'orto in alta quota, la prima cosa è essere realistici. Le altitudini più elevate hanno temperature più fresche e una stagione di crescita più breve che viene spesso misurata in settimane anziché in mesi. Parte dell'essere realistici è sapere che non c'è modo di coltivare melanzane calde. Attenersi alle verdure del clima fresco per il vostro orto di montagna.

Non solo la stagione di crescita è più breve, ma più creature di te competeranno per quelle verdure ricche di sostanze nutritive. Il modo in cui proteggi il tuo raccolto farà la differenza tra nutrirti ed essere circondato da conigli paffuti e cervi.

Il tempo in un giardino vegetariano in montagna è imprevedibile anche durante la stagione di crescita. Potrebbero verificarsi improvvise grandinate di luglio o gelate di inizio agosto. Troppa pioggia, troppo poca pioggia, temperature elevate da record, posizioni ombreggiate da foreste, tutto questo affligge gli ortaggi d'alta quota.

Creare un orto di montagna di successo

Ci sono alcune cose che puoi fare per garantire il successo del giardinaggio vegetariano in montagna. Per prima cosa, controlla la zona climatica della tua zona. Questo ti darà un'idea della durata della stagione di crescita. Questa è solo un'idea, però, perché le regioni montuose sono famose per avere microclimi multipli, che possono influenzarti in modo diverso rispetto a qualcuno che si trova a solo un paio di miglia di distanza.

Seleziona un'area nel tuo paesaggio che riceve più sole, lontano da alberi forestali ombreggiati o scogliere. Se hai solo un'area esposta a nord, la coltivazione di ortaggi probabilmente non è nelle tue carte. Scegli i semi con il numero di maturità dal giorno più corto. Ciò include cose come la maggior parte delle verdure a foglia verde e delle verdure a radice. Barbabietole e cime di rapa sono anche buone scelte per le verdure di inizio stagione. Se li paccia bene e un congelamento precoce colpisce, le patate possono essere coltivate nel tuo giardino di montagna.

Verdure come pomodori, zucca, peperoni e fagiolini sono scelte più rischiose. Se avvii il processo di crescita avviando i semi in casa, dai loro una migliore possibilità. Trapiantali presto se necessario in una struttura fredda o in letti rialzati. Proteggi questi delicati trapianti durante la stagione di crescita. Inoltre, scegli i "giorni di raccolta" più brevi quando scegli le verdure di alta quota. 

Gli orti nelle zone montuose richiedono più pazienza, conoscenza e adattabilità rispetto alle pianure. Avvia i semi in casa, proteggi le piante (specialmente all'inizio e alla fine della stagione di crescita) e seleziona cultivar con date di raccolta e stagioni di crescita brevi. Sii realistico su ciò che può e non può crescere in un orto d'alta quota.

Infine, tieni un diario del giardino e parla con i vicini vicini che hanno avuto esperienza di giardinaggio ad alta quota.

Immagine di Alessandro Biascioli

Lascia un commento