Informazioni sui pini lacebark – crescenti pini lacebark nei giardini

Cos'è un pino lacebark? Il pino lacebark (Pinus bungeana) è originario della Cina, ma questa attraente conifera ha trovato il favore di giardinieri e paesaggisti in tutti i climi più caldi e freddi degli Stati Uniti. Il pino lacebark è adatto per la coltivazione nelle zone di rusticità USDA da 4 a 8. I pini sono apprezzati per la loro forma piramidale, un po 'arrotondata e per la corteccia sorprendente. Continua a leggere per ulteriori informazioni sul pino lacebark.

Pini lacebark crescenti

Il pino lacebark è un albero a crescita lenta che, nel giardino, raggiunge altezze da 40 a 50 piedi. La larghezza di questo albero pittoresco è di solito di almeno 30 piedi, quindi lascia molto spazio per la crescita dei pini lacebark. Se sei a corto di spazio, sono disponibili alberi di pino nano lacebark. Ad esempio, "Diamant" è una varietà in miniatura che supera i 2 piedi con una diffusione da 2 a 3 piedi.

Se stai pensando di coltivare i pini lacebark, seleziona attentamente un sito di impianto, poiché questi alberi si comportano meglio in piena luce solare e terreno umido e ben drenato. Come la maggior parte dei pini, il lacebark preferisce un terreno leggermente acido, ma tollera il terreno con un pH leggermente più alto rispetto alla maggior parte degli altri.

Sebbene la corteccia unica ed esfoliante distingua questo albero dagli altri pini, la corteccia non inizia a sbucciarsi per circa 10 anni. Una volta iniziato, tuttavia, la pelatura dei pini lacebark mette in scena un vero spettacolo rivelando macchie di verde, bianco e viola sotto la corteccia. Questa caratteristica distintiva è più evidente durante i mesi invernali.

Prendersi cura degli alberi di pino lacebark

Finché fornisci le condizioni di crescita adeguate, non c'è molto lavoro coinvolto nella crescita dei pini lacebark. Basta innaffiare regolarmente fino a quando l'albero non è ben stabilizzato. A quel punto, il pino lacebark è abbastanza resistente alla siccità e richiede poca attenzione, sebbene apprezzi un po 'd'acqua in più durante lunghi periodi di siccità.

Il fertilizzante non è generalmente necessario, ma se pensi che la crescita sia in ritardo, applica un fertilizzante generico prima di metà luglio. Non concimare mai se l'albero è stressato dalla siccità e annaffiare sempre profondamente dopo la concimazione.

Potresti voler addestrare l'albero a crescere da un unico tronco, il che crea rami più forti meno inclini a rompersi se carichi di neve e ghiaccio. L'affascinante corteccia è anche più visibile sugli alberi a tronco singolo.

Immagine di theJIPEN

Lascia un commento