Informazioni sulla varietà locale nelle piante: cosa rende speciali le varietà locali

Una varietà autoctona suona un po 'come uscita da un romanzo di Harry Potter, ma non è una creatura di fantasia. Che cosa significa quindi landrace? Landrace nelle piante si riferisce a una varietà tradizionale che si è adattata nel tempo. Queste varietà vegetali non sono geneticamente allevate ma hanno, invece, evoluto in modo naturale tratti diversi. Non sono clonati, ibridi, cultivar o allevati con alcun intervento umano.

Cosa significa Landrace?

Le varietà autoctone delle colture sono più strettamente allineate con i cimeli, essendo che si trovano in natura. Sono originari di una certa regione e hanno sviluppato le loro caratteristiche in risposta alle condizioni di crescita di quella zona. Le specie di piante autoctone sono relativamente rare perché molte sono state soppiantate da colture allevate e si sono estinte a causa del cambiamento climatico e dell'intervento umano.

Le varietà vegetali non sono le uniche specie che esistono in questa categoria. Esistono anche razze animali autoctone. Le varietà vegetali autoctone sono caratterizzate da origine, diversità genetica, adattamento e mancanza di manipolazione umana.

Un classico esempio è quando un agricoltore salva il seme da un raccolto favorevole che aveva determinati attributi. Questo seme ha mutato se stesso per ottenere tratti favorevoli al suo ambiente di crescita. La stessa pianta in un'altra regione potrebbe non sviluppare quelle qualità. Questo è il motivo per cui le varietà locali sono site e culturalmente specifiche. Si sono evoluti per resistere al clima, ai parassiti, alle malattie e alle pratiche culturali di una località.

Conservazione delle varietà autoctone nelle piante

Simile alle varietà di cimelio, le varietà autoctone devono essere preservate. Mantenere questi ceppi aumenta la biodiversità e la variazione genetica, che è fondamentale per un ambiente sano. Le varietà autoctone delle colture sono spesso preservate dalla crescita continua, ma più modernamente sono conservate in depositi di semi o banche genetiche.

A volte il seme viene conservato, ma altre volte è materiale genetico della pianta tenuto a una temperatura molto fredda. Molti programmi sul patrimonio nazionale si concentrano sull'identificazione e la conservazione delle specie vegetali autoctone.

Le singole organizzazioni locali preservano le varietà autoctone specifiche della regione, ma a livello globale diverse organizzazioni stanno contribuendo allo sforzo. Lo Svalbard Global Seed Vault è un attore importante nella conservazione delle varietà locali. Il Trattato internazionale sulle risorse genetiche vegetali per l'alimentazione e l'agricoltura si concentra sulla condivisione dei benefici di diverse varietà autoctone e dell'agricoltura sostenibile per garantire la sicurezza alimentare. L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura ha messo a punto un piano d'azione globale per la genetica delle piante.

Preservare le specie autoctone aumenta la biodiversità e può aiutare i futuri agricoltori a garantire forniture alimentari adeguate.

Immagine di LouisDiBacco

Lascia un commento