Piante di ninfea – come coltivare una ninfea

Le ninfee (Nymphaea spp.) Sono il tocco finale perfetto per una piscina o un laghetto da giardino, aggiungendo praticità e bellezza a un gioco d'acqua. I pesci li usano come nascondigli per sfuggire ai predatori e come rifugi ombrosi dal caldo sole estivo. Le piante che crescono in uno stagno aiutano a mantenere l'acqua pulita e arieggiata, quindi dedicherai meno tempo alla manutenzione dello stagno. Diamo un'occhiata a come coltivare una ninfea.

Le piante di ninfea possono essere suddivise in due tipi:

  • Resistente - I tipi resistenti sono i migliori per i climi settentrionali dove l'acqua si congela in inverno. Finché le radici degli esemplari resistenti sono al di sotto del livello in cui l'acqua gela, ricompariranno la primavera successiva.
  • Tropicale - Le ninfee tropicali non sopravvivono nell'acqua fredda e devono essere portate al chiuso per l'inverno in tutte le zone tranne quelle più calde. Molti coltivatori li trattano come annuali, ripiantandoli ogni anno. Altrimenti, rimuovili dallo stagno, puliscili e conservali in un secchio di sabbia umida in un seminterrato fresco prima del primo congelamento. Le piante di ninfee tropicali possono essere ulteriormente suddivise in due gruppi: bloomers diurni e bloomers notturni. I bloomers notturni bianchi sono spettacolari con nient'altro che la luce della luna per illuminarli, ma il blu, il viola, il rosso e il rosa sono molto difficili da vedere al buio. Evita questi colori a meno che lo stagno non sia illuminato da luce artificiale di notte.

Come coltivare una ninfea

Uno stagno o una piscina ricoperti di ninfee sono attraenti, ma una copertura completa impedisce alla luce di penetrare nell'acqua, soffocando altre piante e animali. Coltivare ninfee in contenitori aiuta a evitare che si diffondano e si impossessino di un piccolo stagno e facilita la cura delle ninfee.

Quando stai coltivando ninfee, usa un grande vaso di plastica con diversi fori sui lati e sul fondo. Riempi la pentola entro 3 pollici dalla parte superiore con limo, terriccio o terreno argilloso e mescola una piccola quantità di fertilizzante a lento rilascio etichettato per l'uso con terreno acquatico.

Pianta il rizoma vicino a un lato del vaso con un angolo di 45 gradi con l'occhio rivolto verso l'alto. Copri il terreno con uno strato di ghiaia di piselli, tenendo la ghiaia il più possibile lontana dalla sommità del rizoma. La ghiaia impedisce al terreno di galleggiare o lavare via dalla pentola.

Posiziona la pentola sul fondo dello stagno, regolando la profondità a quella consigliata per la tua varietà specifica. La maggior parte richiede una profondità compresa tra 6 e 18 pollici. Se necessario, puoi aumentare la profondità posizionando la pentola sopra le rocce.

NOTA: Per coloro che hanno pesci nel loro giardino acquatico, le ninfee NON devono essere conservate in vaso in terriccio normale, poiché contiene molto materiale organico che alla fine marcirà e sporcherà l'acqua. Rimuovi qualsiasi materiale organico in decomposizione dal tuo laghetto o giardino acquatico, poiché questo è un terreno fertile per batteri anaerobici e agenti patogeni e può aggiungere nutrienti in eccesso indesiderati per nutrire le fioriture di alghe. Invece, metti in vaso le ninfee e qualsiasi altra pianta da stagno in un terreno argilloso pesante e copri con roccia della dimensione di un pugno, quindi roccia di fiume per evitare che i pesci si radichino nella pentola e inviino il terreno di semina nello stagno. Alcuni semplici passaggi preventivi in ​​anticipo sono molto più facili da prendere che cercare di curare i pesci malati e morenti in seguito.

Cura delle ninfee

Una volta piantate, prendersi cura delle ninfee è facile. In effetti, la maggior parte non richiede alcuna cura se non quella di dividerli ogni tre o quattro anni per ringiovanirli e impedire che si diffondano in aree indesiderate.

Immagine di Andrew Wilkinson

Lascia un commento