Potatura del biancospino indiano – quando e come potare un biancospino indiano

Una delle caratteristiche che rendono le piante di biancospino indiane così facili da coltivare è che raramente hanno bisogno di potature. Gli arbusti hanno una forma e un portamento di crescita che rimangono ordinati e compatti senza troppi sforzi da parte del giardiniere. La potatura dei biancospini indiani è solitamente limitata alla rimozione di parti malate e danneggiate dell'arbusto quando si verificano problemi, ma potresti anche trovare utile fare occasionalmente un taglio o un taglio diradato. Continua a leggere per scoprire come potare un biancospino indiano.

Potatura del biancospino indiano

Quando un ramo di biancospino indiano è rotto, è meglio occuparsi subito del problema tagliando il gambo sotto la rottura. Un taglio netto guarisce rapidamente ed è meno probabile che sviluppi problemi di malattia rispetto a una rottura irregolare. Se stai tagliando vicino alla punta del ramo, qualsiasi tronco di stelo tra il taglio e il bocciolo più vicino alla fine morirà, quindi esegui il taglio a circa 0.5 cm sopra un bocciolo. Scegli la gemma con attenzione. Dopo aver rimosso l'estremità di uno stelo, qualsiasi nuova crescita verrà dal bocciolo e crescerà nella direzione in cui è rivolto il bocciolo. Questo tipo di potatura è chiamato intestazione.

I gambi malati e morti dovrebbero essere rimossi immediatamente per aiutare a prevenire la diffusione della malattia. Fai i tagli diversi centimetri sotto l'area interessata. Se il legno nel taglio sembra scolorito, devi tagliare un po 'più in basso. Non esitare a rimuovere l'intero gambo se sembra malsano.

Sterilizza i tuoi potatori tra i tagli se sospetti una malattia. Immergi i potatori in alcol denaturato o in un disinfettante domestico e puliscili con un panno pulito. Assicurati di asciugarli completamente prima di riporli.

Quando poti l'arbusto, dovresti anche cercare i rami che si incrociano e si sfregano l'uno contro l'altro. Lo sfregamento costante provoca ferite che forniscono un punto di ingresso per organismi patogeni e insetti. Rimuovi uno dei rami o taglia un'intestazione abbastanza in basso da non sfregare i gambi.

È importante sapere quando tagliare il biancospino indiano per evitare di perdere i fiori del prossimo anno. La pianta inizia a formare i boccioli del prossimo anno subito dopo che i fiori sono sbiaditi, e se aspetti troppo a lungo rimuoverai i boccioli mentre poti. Il momento migliore per potare è immediatamente dopo che i fiori sono sbiaditi, prima che inizino a formarsi nuovi germogli.

Immagine di briweldon