Raccolta e potatura dell’angelica: la pianta dell’angelica ha bisogno di essere tagliata

L'angelica è un'erba comunemente utilizzata nei paesi scandinavi. Cresce spontaneamente anche in Russia, Groenlandia e Islanda. Meno comunemente vista qui, l'angelica può essere coltivata nelle regioni più fresche degli Stati Uniti dove può raggiungere altezze fino a 6 piedi! Questo fa sorgere la domanda, la pianta angelica ha bisogno di essere tagliata e, in tal caso, come potare le erbe angeliche?

La pianta di Angelica ha bisogno di essere tagliata?

Angelica (Angelica archangelica) è anche conosciuta come angelica da giardino, Spirito Santo, sedano selvatico e angelica norvegese. È un'erba antica usata per le sue proprietà medicinali e magiche; si diceva che scongiurasse il male.

L'olio essenziale contenuto in tutte le parti della pianta si presta ad una moltitudine di utilizzati. I semi vengono pressati e l'olio risultante viene utilizzato per aromatizzare i cibi. I lapponi non solo mangiano l'angelica, ma la usano in medicina e anche come sostituto del tabacco da masticare. I norvegesi schiacciano le radici per usarle nel pane e gli Inuit usano i gambi come faresti con il sedano.

Come accennato, l'angelica può diventare piuttosto alta, quindi solo per questo motivo, si potrebbe consigliare una potatura giudiziosa. Mentre le piante di angelica vengono spesso coltivate per le loro radici dolci, anche i loro steli e foglie vengono spesso raccolti, il che è più o meno semplicemente potando l'angelica. Quindi, come si potano le erbe angeliche?

Potatura Angelica

La raccolta dell'angelica può coinvolgere l'intera pianta. I gambi giovani vengono canditi e usati per decorare torte, le foglie possono essere utilizzate in cuscini profumati, e le radici possono essere cotte con burro e / o mescolate con bacche aspre o rabarbaro per ridurne l'acidità.

Nel primo anno di crescita dell'angelica, questo membro delle Apiaceae coltiva solo foglie che possono essere raccolte. La raccolta angelica delle foglie dovrebbe avvenire in tarda primavera o all'inizio dell'estate.

La raccolta dei gambi teneri dell'angelica deve attendere il secondo anno e poi vengono canditi. Taglia i gambi a metà-tarda primavera quando sono giovani e teneri. Un altro buon motivo per potare gli steli di angelica è che la pianta continuerà a produrre. Angelica che viene lasciata fiorire e andare a seminare morirà.

Se stai raccogliendo l'angelica per le sue radici, fallo la prima o la seconda caduta per le radici più tenere. Lavare e asciugare bene le radici e conservarle in un contenitore a tenuta d'aria.

A differenza di molte altre erbe, l'angelica ama il terreno umido. In natura, si trova più spesso a crescere accanto a stagni o fiumi. Mantieni la pianta ben irrigata e dovrebbe ricompensarti con anni di raccolta.

Immagine di dmaroscar

Lascia un commento