Suggerimenti per il rinvaso di cactus: come e quando rinvasare una pianta di cactus

I cactus sono piante a bassa manutenzione per la casa con un sacco di carattere e una vasta gamma di forme. Sono relativamente esenti da manutenzione tranne che per annaffiature rare e cibo annuale. Molti giardinieri chiedono "devo rinvasare il mio cactus?" Non hanno bisogno di rinvasare spesso, ma di tanto in tanto per il rifornimento del terreno e quando la pianta ha bisogno di un vaso più grande. Quando rinvasare una pianta di cactus dipende dalla pianta e dalle sue condizioni. Continua a leggere per suggerimenti su come rinvasare un cactus e fallo senza passare il resto della giornata a toglierti le spine dalle mani.

Strumenti per il rinvaso dei cactus

I cactus sono piante grasse e tendono a favorire condizioni asciutte e calde. Conservano l'umidità nei loro cuscinetti e usano le loro spine sia come difesa che per fornire una certa protezione dai raggi del sole caldo. I cactus coltivati ​​in casa possono essere quasi ignorati, ma richiedono luce, calore, acqua e rinvaso per rinfrescare il terreno. Il rinvaso dei cactus richiede una speciale miscela di terreno, un contenitore ben drenante e una certa protezione tattica.

Il primo problema da affrontare è la gestione di una pianta spinosa. Ci sono un paio di modi per farlo. Puoi avvolgere la pianta in diversi strati di carta di giornale e fissarla leggermente con nastro adesivo o spago. Puoi anche usare un paio di guanti di pelle o, per le piante più piccole, prendi semplicemente i guanti da forno.

Uno dei consigli più sicuri per il rinvaso è usare le pinze da cucina. Avrai anche bisogno di un mix di cactus che puoi acquistare o realizzare. Una buona combinazione è costituita da parti uguali di sabbia o ghiaia per uccelli, terriccio e muffa fogliare. Il tuo contenitore deve avere ottimi fori di drenaggio e preferibilmente non smaltato in modo che l'argilla possa dirigere via ed evaporare l'umidità in eccesso.

Quando rinvasare una pianta di cactus

Saprai quando rinvasare una pianta di cactus se vedi le radici che escono dal fondo del contenitore. Ciò indica che è eccessivamente root bound. La maggior parte dei cactus trova piccoli spazi molto accoglienti e può rimanere nel loro contenitore per anni. La vista delle radici ti farà sapere che si è espanso troppo e dovrà essere rinvasato.

Il contenitore di dimensioni superiori sarà appropriato poiché a loro piace aderente. Una regola generale è rinvasare ogni 2-4 anni. Se concimate annualmente, quest'ultimo è più appropriato, ma se non fertilizzate, rinvasate in due anni per ricostituire la fertilità del suolo. Il periodo migliore è durante la crescita attiva in gennaio o febbraio.

Come rinvasare un cactus

Dopo aver risposto alla domanda "dovrei rinvasare il mio cactus", è tempo di raccogliere i tuoi strumenti e commerciare nel vecchio terreno o contenitore. Non tutti i cactus hanno bisogno di un nuovo contenitore, ma il terreno fresco è una buona idea. Solo le piante legate in vaso hanno bisogno di un vaso più grande.

Avvolgi delicatamente, con un guanto o una pinza, la pianta dal vaso. Di solito escono facilmente se il terreno è asciutto, ma potrebbe essere necessario eseguire una cazzuola attorno ai bordi per allentare il terreno. Scuotiti di dosso il vecchio terreno e pianta il cactus alla stessa profondità con cui cresceva nel vecchio terreno. Riempi intorno alle radici con il tuo mezzo e posizionalo in una finestra soleggiata a sud-est o est.

Tra i suggerimenti importanti per il rinvaso dei cactus c'è quello di non annaffiare ancora la pianta, poiché si sta adattando alla manipolazione e alle nuove condizioni del suolo. Dopo alcune settimane, puoi innaffiare la pianta e lasciarla asciugare prima di annaffiare di nuovo.

Immagine di Andrey Nikitin

Lascia un commento