Aceri giapponesi in crescita dal seme – come germinare i semi di acero giapponese

Gli aceri giapponesi hanno un posto meritato nel cuore di molti giardinieri. Con un bel fogliame estivo e autunnale, radici resistenti al freddo e spesso una forma compatta e maneggevole, sono l'albero esemplare ideale. Spesso vengono acquistati come alberelli, ma è anche possibile coltivarli da soli dal seme. Continua a leggere per saperne di più su come germinare i semi di acero giapponese.

Aceri giapponesi in crescita dal seme

Puoi coltivare aceri giapponesi dal seme? Si, puoi. Ma puoi coltivare qualsiasi varietà di acero giapponese dal seme? Questa è una domanda molto diversa. La maggior parte delle meravigliose varietà di acero giapponese che puoi acquistare nel vivaio sono effettivamente innestate, il che significa che i semi che producono non cresceranno nello stesso albero.

Proprio come piantare un seme di mela da una mela risulterà probabilmente in un albero di melo, piantare un seme da un acero giapponese probabilmente si tradurrà in un generico albero di acero giapponese. Sarà ancora un acero giapponese e potrebbe ancora avere fogliame estivo rosso, ma è probabile che non sarà così notevole come il suo genitore.

Quindi la coltivazione di aceri giapponesi da seme è una causa persa? Affatto! Gli aceri giapponesi sono grandi alberi e in autunno trasformano in modo affidabile bellissimi colori vivaci. E poiché non sai mai esattamente cosa otterrai, potresti imbatterti in un esemplare davvero bello.

Come germinare il seme di acero giapponese

I semi di acero giapponese sono maturi in autunno. Questo è il momento di raccoglierli - quando sono marroni e asciutti e cadono dagli alberi. Puoi piantare sia i semi caduti a terra sia i semi che hai raccolto dall'albero.

Quando si piantano semi di acero giapponese, è importante pretrattarli prima di seminarli nel terreno. Se hai intenzione di piantare i tuoi semi all'aperto in primavera, mettili in un sacchetto di carta e conservali in un luogo fresco e buio durante l'inverno.

Se hai intenzione di avviarli in casa in una pentola, puoi saltare il rimessaggio invernale e iniziare subito a trattare i semi. Per prima cosa, spezza le ali dei semi. Quindi, riempi un contenitore con acqua molto calda ma non troppo calda per metterci la mano e immergi i semi per 24 ore.

Quindi mescola i semi in una piccola quantità di terriccio e metti il ​​tutto in un sacchetto di plastica sigillabile. Fai un paio di buchi nella borsa per la ventilazione e mettila in frigorifero per 90 giorni per stratificare. Trascorsi i 90 giorni, puoi piantare i semi in un contenitore o direttamente nel terreno.

Se vivi da qualche parte con inverni freddi, puoi saltare il frigorifero e seminare semplicemente i tuoi semi all'aperto dopo che si sono immersi. Il freddo dell'inverno stratificherà anche i semi.

Immagine di Ruth Swan