Che cos’è una banca dei semi: scopri le informazioni sulla banca dei semi

L'importanza di preservare specie di semi autoctone e selvatiche non è mai stata così alta come nel mondo di oggi. I giganti dell'agricoltura stanno espandendo le loro varietà proprietarie, che minacciano di comprendere specie originali e cimelio di famiglia. La raccolta e la conservazione delle specie di semi fornisce una fonte costante di popolazioni di piante che possono essere minacciate da semi modificati, perdita di habitat e mancanza di diversità.

La conservazione delle specie di semi autoctone e selvatiche è un passo importante per proteggere un habitat sano. Inoltre è facile, occupa poco spazio e il seme può essere conservato stagione dopo stagione. L'avvio di una banca del seme come giardiniere domestico richiede poco sforzo e può iniziare con il salvataggio di semi da piante coltivate in casa o l'approvvigionamento di semi regionali e autoctoni.

Cos'è una banca del seme?

Le banche di semi forniscono una fonte sana di semi nativi se dovesse accadere qualcosa a fonti naturali. Esistono banche di semi nazionali dedicate alla conservazione delle specie selvatiche di una popolazione e banche di semi di comunità, che immagazzinano semi regionali e cimelio.

L'agricoltura industriale ha creato gruppi di piante con materiale genetico meno originale che potrebbero essere più suscettibili a nuove malattie e parassiti. Le specie selvatiche hanno sviluppato una forte resistenza a molti di questi problemi e forniscono un sistema di riserva per rinfrescare il pool genetico delle piante. Inoltre, il risparmio di sementi può creare opportunità per le regioni con difficoltà agricole e per gli agricoltori poveri quando vengono donati i semi in eccesso.

Le informazioni sulla banca dei semi possono essere trovate a livello locale, regionale e persino internazionale, poiché molti paesi sono attivamente coinvolti nella conservazione delle loro piante native.

Come avviare una banca di semi

Il processo può essere molto semplice da avviare. I miei antenati del giardinaggio hanno sempre essiccato semi di fiori, frutta e verdura per la semina della prossima stagione. Un metodo molto rudimentale consiste nel mettere i semi essiccati in buste ed etichettare il contenuto per un uso successivo. Conserva i semi in un luogo fresco e asciutto per una o due stagioni, a seconda della specie.

Accedi alle informazioni della banca del seme della comunità e scopri come avviare una banca del seme dall'ufficio di estensione della tua contea o dai club e gruppi di giardinaggio. Oltre alla raccolta dei semi, gli aspetti più importanti di una banca del seme sono la corretta conservazione e l'etichettatura completa.

Raccolta e conservazione dei semi

La fine della stagione di crescita è solitamente il momento migliore per raccogliere i semi. Una volta che i fiori hanno perso i loro petali e il seme è quasi asciutto sulla pianta, rimuovere la testa del seme e lasciare asciugare, agitare o tirare il seme dal suo alloggiamento organico in un contenitore o busta.

Per frutta e verdura, usa cibo maturo e rimuovi i semi manualmente, stendili su una teglia (o qualcosa di simile) in una stanza buia e calda finché non sono completamente asciutti. Alcune piante sono biennali, il che significa che non fioriscono nel primo anno. Esempi di questi sono:

  • Carote
  • Cavolfiore
  • Cipolle
  • pastinaca
  • Broccoli
  • Cavolo

Dopo aver estratto e asciugato i semi, confezionali nel tuo contenitore preferito e conservali in un luogo fresco o in frigorifero.

Sebbene la banca nazionale dei semi abbia un bunker sotterraneo in cemento per la raccolta completa, con controllo del clima e ampie basi di dati, questo non è affatto l'unico modo per conservare e raccogliere i semi. I semi dovranno essere tenuti asciutti in una busta, un sacchetto di carta o anche un vecchio contenitore di ricotta o yogurt.

Se usi un contenitore, tieni presente che non ha ventilazione e che all'interno potrebbe accumularsi dell'umidità, causando potenzialmente muffa. Per evitare che ciò accada, puoi mettere un piccolo pacchetto di riso all'interno di una tela da formaggio per agire come un essiccante e proteggere il seme dall'umidità in eccesso.

Usa una penna indelebile per contrassegnare ogni tipo di seme e includere tutte le informazioni necessarie sulla banca dei semi, come i periodi di germinazione, la durata della stagione di crescita o qualsiasi altro elemento pertinente alla specie.

Entrare a far parte delle banche di semi della comunità

Lavorare con una banca del seme locale è utile perché ha accesso a una varietà di piante più ampia rispetto al giardiniere domestico e i semi sono più freschi. La vitalità dei semi è variabile, ma è meglio non conservare i semi per più di un paio d'anni per garantire la germinazione. Alcuni semi si conservano bene fino a 10 anni, ma la maggior parte perde la vitalità in un breve periodo.

Le banche dei semi della comunità utilizzano i semi più vecchi e li riempiono con semi freschi per incoraggiare il vigore. I risparmiatori di semi provengono da tutti i ceti sociali, ma il modo migliore per contattare persone con interessi simili è attraverso garden club, servizi di maestri giardinieri e vivai e conservatori locali.

Immagine di Floydine