Coltivazione dell’uva in condizioni asciutte: scopri le viti che sopravvivono alla siccità

Piantare le viti è un ottimo modo per introdurre frutti perenni nel terreno del giardino. Le piante d'uva, sebbene richiedano un investimento iniziale, continueranno a premiare i giardinieri per molte stagioni a venire. Per le migliori possibilità di successo, tuttavia, sarà importante mantenere condizioni di crescita ottimali. Come per molte piante, è particolarmente importante prendere in considerazione le esigenze di irrigazione delle viti prima di piantare.

L'impatto del caldo intenso e della siccità può essere uno dei maggiori fattori nella scelta delle cultivar di uva da coltivare. Impariamo di più sull'uva che può tollerare condizioni di caldo e siccità.

Come coltivare l'uva in condizioni di calore elevato e siccità

Prima di aggiungere le viti al giardino, sarà importante decidere quale tipo è più adatto al tuo clima. Le uve ibride americane sono una scelta molto popolare negli Stati Uniti orientali. Ciò è dovuto in gran parte alla loro resistenza alle malattie e all'adattabilità alle condizioni meteorologiche umide della regione. Coloro che vivono in zone di coltivazione calde e secche possono prendere in considerazione l'aggiunta di viti europee ai loro cantieri.

Mentre la maggior parte delle uve europee viene utilizzata specificamente per la produzione di vino, esistono diverse cultivar per il consumo fresco e la spremitura. Quando si coltiva l'uva in condizioni asciutte, le piante europee sono spesso l'opzione migliore, poiché hanno mostrato una grande tolleranza alla ridotta acqua. In effetti, queste uve resistenti alla siccità hanno mostrato perdite minime anche nelle stagioni di crescita più aride in tutti gli Stati Uniti.

Le uve che possono tollerare il calore richiedono un po 'di irrigazione durante la stagione di crescita. Ciò è particolarmente importante dopo la semina, man mano che le viti si stabiliscono. Una volta stabilite, le viti europee sono note per sviluppare sistemi di radici lunghe e profonde che aiutano nella loro sopravvivenza per lunghi periodi senza acqua.

Molti viticoltori sfruttano i periodi di siccità a proprio vantaggio. Condizioni di siccità tempestive (relative alla finestra di raccolta) possono effettivamente migliorare il gusto dei vini che sono stati prodotti da queste uve. Quando si coltivano queste viti in casa, i giardinieri trarranno beneficio dall'irrigazione settimanale per tutta la stagione di crescita.

Con la pianificazione e la cura adeguata, i coltivatori possono aspettarsi raccolti abbondanti di uva fresca in appena due anni dalla semina. 

Uva resistente alla siccità

Per ottenere il massimo dalla vendemmia nelle regioni calde e secche, ecco alcuni dei vitigni più favorevoli che sopravvivono alla siccità:

  • "Barbera"
  • 'Cardinale'
  • 'Emerald Riesling'
  • 'Flame Seedless'
  • "Merlot"
  • 'Moscato d'Alessandria'
  • "Pinot Chardonnay"
  • 'Rosso Malaga'
  • 'Sauvignon Blanc'
  • "Zinfandel"
Immagine di yrabota

Lascia un commento